Guida turistica dell’Italia

Language Specific Image

[efstabs class=”yourcustomclass”]
[efstab title=”Casa” active=”active”]

Visitare l’Italia

Se visitare le belle città italiane non vi basta, allora date un’occhiata alle altre attrazioni che l’Italia ha da offrire: spiagge baciate dal sole, montagne innevate e molto altro ancora.

[/efstab]
[efstab title=”About”]Se le belle città d’Italia non vi bastano, allora date un’occhiata alle altre attività avventurose che l’Italia ha da offrire. Le Alpi sono sempre un ottimo punto di partenza, i pendii più alti, in particolare le Dolomiti, hanno bellissime stazioni sciistiche per gli sciatori più appassionati. La stagione sciistica va normalmente da dicembre a fine marzo, ma alcuni pendii offrono la possibilità di sciare tutto l’anno, soprattutto sul Monte Bianco e sul Cervino. In alternativa, i pendii più bassi delle Alpi e degli Appennini offrono sentieri escursionistici e paesaggi straordinari. Infine, le zone costiere meridionali offrono ottime strutture per gli sport acquatici, come il wind surf e la vela. [/efstab]
[efstab title=”Mangiare fuori”]L’Italia è famosa per la sua splendida cucina; il cibo e le bevande italiane saranno sicuramente un ulteriore piacere della vostra vacanza. La colazione in Italia consiste normalmente in una tazza di caffè italiano o di cappuccino e in un croissant. Per il pranzo, cercate le paninoteche o i negozi locali (alimentari) dove potete trovare deliziosi panini di ciabatta tostata, chiamati “pannini”. Una cena italiana completa consiste in un antipasto (anti-pasto), una pasta/negozio (primo), carne/pesce (secondo), normalmente accompagnati da un’insalata e talvolta da verdure (contorno). In alternativa, potete prendere una pizza in una delle tante pizzerie del Paese: un’opzione sempre economica e gustosa, visto che l’Italia è la patria della pizza. Infine, attenzione: il cibo italiano può essere tranquillamente piccante e molto spesso i piatti sono a base di pomodoro.

La bevanda più popolare in Italia è il vino, che si beve quasi a ogni pasto. Si può acquistare nei ristoranti in bottiglie da un quarto, mezzo o un litro; l’opzione più economica è quella di acquistarlo nei supermercati. La maggior parte degli alcolici e delle birre sono serviti in Italia – assicuratevi di controllare le birre locali italiane come la Peroni e la Dreher e le grappe italiane come la Stock. [/efstab]
[efstab title=”Trasporti”]Come arrivare
Il Paese è raggiungibile su strada, ferrovia, aereo o mare. Il mezzo più rapido e costoso per entrare nel Paese, ma essenziale per i visitatori extraeuropei, è l’aereo. I due principali aeroporti hub dell’Italia sono Roma Fiumicino e Milano Malpensa, con collegamenti diretti con le capitali europee e le principali città del Nord America. È anche possibile trovare voli internazionali verso uno degli aeroporti minori, presenti in quasi tutte le regioni d’Italia

Il mezzo più popolare per entrare nel Paese dall’Europa è il treno. Si tratta di un’opzione relativamente economica e il servizio ferroviario italiano è più efficiente di quello degli autobus. I treni diretti in Italia collegano le principali città europee. Questa modalità di trasporto è particolarmente interessante per le destinazioni nella parte settentrionale del Paese, dove le stazioni di Torino, Milano, Verona, Venezia e Trieste sono punti di arrivo dei comodissimi treni Eurocity. In alternativa, è possibile arrivare nel Paese in traghetto da Albania, Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Turchia e Tunisia.

Come muoversi
Una volta arrivati, il mezzo più appropriato per spostarsi tra le città è il treno o l’autobus. I treni vi collegheranno a tutte le principali città e paesi. Gli autobus vi porteranno anche nei villaggi e nelle città più piccole. Tuttavia, il mezzo più appropriato per scoprire i sentieri non battuti è l’auto. Il noleggio di un’auto in Italia può essere costoso, ma se intendete avvalervene ricordate di portare con voi la patente di guida (con traduzione in italiano) e la Carta Verde Internazionale. [/efstab]

[efstab title=”Cose da vedere”]Patria del Rinascimento, l’Italia ha tutto. È ricca di bellezza, storia, arte e cultura. Un Paese di contrasti, dove si può trascorrere una giornata a fare escursioni sulle Alpi o a vagare per le strade di Roma, a fare shopping a Milano o a galleggiare lungo i canali di Venezia in gondola. Il periodo migliore per visitare il Paese è la primavera (aprile-maggio) o l’autunno (ottobre-novembre), quando le temperature sono piacevoli e la folla è minore. In agosto la maggior parte degli italiani va in vacanza e di conseguenza molti negozi e attività commerciali sono chiusi.

Da non perdere:

Roma
Roma è una bellissima città ricca di storia. Essendo la patria dell’Impero Romano e della Chiesa Cattolica, troverete monumenti, chiese, tombe ed edifici incredibili. Una visita a Roma e non vedrete l’ora di tornarci per rifare tutto da capo.

Firenze
Se Roma è la città della storia, Firenze è la città dell’arte. Patria del Rinascimento, la città è impregnata di arte e architettura medievale, con tutti gli artisti dell’epoca che hanno esposto le loro opere in città.

Venezia
La città dei canali e delle gondole, Venezia è costruita su 117 piccole isole. È una piacevole fuga dal trambusto delle altre città italiane, poiché Venezia è praticamente priva di automobili: vi troverete invece trasportati in barca o a piedi dappertutto.

Milano
Anche se non è la più bella delle città italiane, l’atmosfera di Milano non dovrebbe essere persa. Tradizionalmente seconda capitale dell’Impero Romano, oggi Milano è una delle principali fonti di vita della moda e della finanza mondiale.

Napoli e Pompei
Viaggiando a sud di Roma, troverete la bellissima città di Napoli, incastonata in una maestosa baia, è una delle città più densamente popolate e vivaci d’Europa. A breve distanza da Napoli si trova l’antica città di Pompei. Sepolta da un’eruzione vulcanica del Vesuvio nel 79 d.C., fu scavata nel 1700. Oggi offre un’affascinante visione della vita e dei tempi degli antichi romani[/efstab]
[efstab title=”Intrattenimento”]Musica
A Roma si tengono molti concerti di musica classica durante l’estate, come il Teatro di Marcello. Anche a Venezia si tengono festival e concerti tutto l’anno. Quasi tutte le sere si tengono concerti di Vivaldi, ai quali partecipano molte persone in costume d’epoca.

I festival
Ci sono molti festival locali in tutta Italia. Tra i più importanti ricordiamo:

Carnevale: si tiene nei 10 giorni che precedono la Quaresima e viene celebrato in quasi tutte le città italiane; a Venezia i festaioli in costume riempiono le strade e i canali.

Scoppio del Carro: a Firenze, la domenica di Pasqua, viene fatto esplodere un carro di esplosivi secondo una tradizione medievale.

Palio: si tiene a Siena il 2 luglio e il 16 agosto e consiste in una tradizionale corsa di cavalli a pelo in piazza.

Festival dell’Opera: si tiene a Verona da giugno ad agosto di ogni anno[/efstab]
[efstab title=”Informazioni generali”]Valuta
La valuta utilizzata in Italia è l’Euro, composto da 100 centesimi. Le banconote hanno tagli da 100, 50, 20, 10 e 5 euro, mentre le monete in uso sono da 2, 1, 0,50, 0,20, 0,10, 0,05, 0,02 e 0,01 euro.

Visti
I cittadini statunitensi, australiani, canadesi e neozelandesi hanno bisogno di un passaporto valido per soggiornare in città come turisti per un periodo massimo di novanta giorni. È quasi impossibile prolungare il soggiorno oltre questo periodo di tempo, a meno che non si esca dal Paese e vi si rientri nuovamente. I residenti nell’UE possono viaggiare e lavorare nel Paese con un passaporto valido, ma è estremamente difficile per le altre nazionalità ottenere un visto di lavoro. I cittadini di tutti gli altri Paesi devono informarsi presso l’ambasciata italiana del proprio Paese per conoscere i requisiti richiesti per la propria nazionalità.

Il clima
L’Italia ha un clima vario che si divide in tre regioni geografiche. Le regioni settentrionali hanno inverni alpini freddi ed estati calde e umide. Nella Pianura Padana gli inverni sono umidi e gelidi, mentre le estati possono essere eccezionalmente secche. Il resto dell’Italia, grazie al clima temperato, ha generalmente un clima piacevole con estati lunghe e calde e inverni miti.

La lingua
L’italiano è la lingua ufficiale, ma nelle diverse regioni si parlano dialetti diversi. Ad esempio, il tedesco è parlato nella regione dell’Alto Adige, al confine con l’Austria. Il francese è parlato in tutte le zone di confine, dalla Riviera all’area a nord di Milano che confina con Francia e Svizzera. L’inglese, il tedesco e il francese sono molto diffusi anche nelle grandi città e nelle principali aree turistiche.

Cambio valuta
Sebbene i traveller’s cheque siano ampiamente accettati, ci sono alcuni posti che si rifiutano di farlo, soprattutto nelle zone più remote del Paese. Pertanto, si consiglia di cambiarli in lire non appena si arriva nel Paese. Per tutti i cambi di valuta, le banche sono generalmente le più affidabili e offrono i tassi migliori. Esistono anche uffici di cambio in tutti i principali aeroporti e stazioni ferroviarie, i cui orari di apertura sono solitamente più comodi, ma le commissioni sono più costose.

Tutte le principali carte di credito sono ampiamente accettate e, se si dispone del PIN, è possibile utilizzarle per ricevere contanti nei distributori bancari compatibili. Lo stesso vale per le carte bancarie che fanno parte di una delle reti bancarie internazionali o di Eurocard.

Fuso orario
L’Italia è un’ora avanti rispetto all’ora di Greenwich.

Orari di apertura
Gli orari di apertura nel Paese sono piuttosto irregolari, ma in generale i negozi sono aperti dalle 9.00 alle 13.00 e di nuovo dalle 16.00 alle 19.30. In alcune città, tuttavia, molti negozi fanno una mezza giornata in cui non aprono dopo pranzo, quindi è necessario informarsi prima di andare in quella zona. I negozi più grandi, tuttavia, sono generalmente aperti tutto il giorno e molti sono aperti anche la domenica, soprattutto nelle zone turistiche.

Gli uffici governativi sono aperti dalle 8.30 alle 14.00, ma nelle città più grandi sono aperti fino alle 17.00. I musei sono aperti dalle 9.00 alle 19.00, alcuni chiudono tra le 13.00 e le 15.00 e tutti sono chiusi la domenica e il lunedì.

Le banche sono generalmente aperte dal lunedì al venerdì tra le 8.35 e le 13.35 e di nuovo tra le 15.00 e le 16.00. In alcune delle città più grandi, tuttavia, non chiudono per la pausa pranzo.

Elettricità
L’elettricità in Italia è a 220V, 50 Hz, ma in alcune località, tra cui Roma, si usa ancora la tensione a 125V, per cui è bene informarsi prima di partire.

Tasse
L’imposta sul valore aggiunto è inclusa nel prezzo di tutti i prodotti in Italia, ma la buona notizia è che per tutti i non residenti nell’UE è possibile ottenere un rimborso dopo aver lasciato il Paese. Questo rimborso si applica, tuttavia, solo se l’articolo acquistato costa più di 155 euro. In questo caso, dovete compilare un modulo nel negozio in cui avete acquistato l’articolo, farlo timbrare alla dogana e restituirlo al negozio entro sessanta giorni. In seguito, il rimborso verrà effettuato tramite assegno o carta di credito. Nei principali aeroporti e valichi di frontiera esistono strutture che consentono di ottenere un rimborso immediato in contanti.

Telefoni
Per chiamare l’Italia dall’estero si compone prima lo 00, seguito dal 39, dal prefisso locale e dal numero locale. Se si desidera chiamare all’estero dall’Italia si compone nuovamente lo 00, seguito dal prefisso internazionale del proprio Paese e dal numero locale. È bene notare che per entrambi i tipi di chiamata è necessario eliminare il primo zero dal prefisso locale.

I telefoni pubblici sono ampiamente disponibili in tutta la città. Una chiamata locale da un telefono pubblico richiede l’uso di un gettone (Gettone) che può essere acquistato in edicola o in qualsiasi tabaccheria. La maggior parte dei telefoni, tuttavia, accetta solo schede telefoniche. Queste schede sono disponibili in vari tagli, 2,58 euro, 5,16 euro, ecc. e anch’esse possono essere acquistate presso le edicole, le tabaccherie o i distributori automatici nei centri Telecom.

Ufficio postale
In generale gli uffici postali sono aperti dalle 8.30 alle 14.00 dal lunedì al venerdì e dalle 8.30 alle 12.00 il sabato e l’ultimo giorno del mese. Le filiali presso gli aeroporti e gli uffici postali principali delle grandi città, tuttavia, sono solitamente aperte 24 ore su 24 per i servizi di posta raccomandata e telegramma. I francobolli possono essere acquistati anche presso le tabaccherie, ma è consigliabile spedire lettere e cartoline per posta aerea presso l’ufficio postale per assicurarsi che l’affrancatura sia corretta, altrimenti la posta verrà restituita al mittente.

Mancia
Sebbene in tutti i conti dei ristoranti sia inclusa una tassa di servizio compresa tra il 15 e il 18%, è consuetudine lasciare una piccola mancia se il servizio lo merita. È sufficiente una percentuale compresa tra il 5 e il 10% del totale. Se vi trovate in un caffè o in un bar dove il servizio non è incluso, dovreste lasciare una mancia tra il 10 e il 15%. Ai tassisti si dà di solito il 10% della tariffa, mentre alle guide turistiche e agli autisti si dovrebbe dare circa il 15% del costo totale del tour.

Giorni festivi
Prima di partire per un viaggio in un Paese, è bene informarsi sui giorni festivi, in quanto la maggior parte delle aziende, delle banche e dei negozi sono chiusi per l’intera giornata. In Italia si svolgono il 1° e il 6 gennaio, il lunedì di Pasqua, il 25 aprile, il 1° maggio, il 15 agosto, il 1° novembre e l’8, il 25 e il 26 dicembre. È bene controllare anche la zona in cui ci si trova, perché anche alcune città chiudono in occasione di eventi speciali.[/efstab]

[efstab title=”Itinerari”]

5 giorni a Venezia, Italia

3 giorni a Venezia, Italia

5 giorni a Firenze, Italia

3 giorni a Firenze, Italia

[/efstab]
[/efstab]

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto