5 giorni a Praga Repubblica Ceca

Language Specific Image

Giorno 1  – Ponte Carlo e Castello di Praga

Una grande qualità di Praga è che praticamente tutti i luoghi di maggior interesse sono accessibili a piedi. Ma se proprio non vi va di camminare, i mezzi pubblici sono efficienti e facili da usare.

Dopo aver scaricato i bagagli presso il vostro hotel o il vostro ostello, mettete qualcosa sotto i denti in uno dei tanti ristoranti dalle parti di Vaclavske Namesti (piazza San Venceslao). Occhio alle crêpe che servono a Praga, se vi piace il genere: sono enormi e a mala pena riuscirete a vederle sepolte come di solito sono sotto una montagna di panna. Vi daranno la giusta carica con la quale andrete alla scoperta della Città vecchia, la vostra prima meta. Tuttavia, non dovrete affannarvi a scoprirne tutti i meandri, perché nel corso del vostro soggiorno ci passerete e ripasserete di frequente.

Quindi, lasciando la città vecchia, dirigetevi verso il Ponte Carlo, uno dei monumenti più fotografati della città e attraversatelo per raggiungere la sponda del castello. Da queste parti le atmosfere cambiano e vi sembrerà che il tempo si sia fermato.

Dopo una camminata in salita di una quarantina di minuti, arriverete al castello al cui interno potrete ammirare la famosa Cattedrale di San Vito, la Basilica di San Giorgio, la Torre delle Polveri e il Palazzo reale. Potete facilmente immaginare che questa visita richiede tempo: riservate circa tre ore per poter visitare il castello, ne vale la pena! Altrimenti, potrete avvantaggiarvi della visita guidata del Castello di Praga che parte alle 11.40 e si conclude intorno alle 15.00.

Ritornate dalle parti della Città vecchia attraversando la piazza e addentrandovi nelle sua stradine, tanto per aprire un po’ di più lo stomaco in attesa dell’ora di cena.

I ristoranti della capitale boema sono notevolmente migliorati negli ultimi anni. Non solo rimangono meno costosi rispetto ai ristoranti di altre capitali europee, ma offrono dei piatti superbi. Le pietanze sono piuttosto pesanti e le porzioni gigantesche, quindi se pensate di continuare la serata in birreria dopo cena, non è consigliabile cenare tardi.

Un aspetto particolarmente affascinante della vita notturna a Praga è che le discoteche e i bar sono quasi tutti interrati. Al di sotto del livello stradale, sembra che esista un’altra città e questa caratteristica è largamente ascrivibile al fatto che nel corso del XII secolo, tutti gli edifici di Praga furono innalzati di un piano. Se, complice la penombra degli edifici sovrastanti, decidete di scendere i gradini che conducono a uno dei tanti locali interrati della città, preparatevi a una notte brava!

 

Giorno 2  – Karlovy Vary (Carlsbad)

Ad appena due ore da Praga, si trova Karlovy Vary, una località ideale per una gita fuori porta di un giorno e nota in tutto il mondo con il nome di Carlsbad. Fondata nel 1358, questa è la più antica località termale della Repubblica Ceca e grazie alle sue strutture termali, è da anni un rinomato luogo di ritrovo. Tra i più illustri ospiti che hanno soggiornato alle terme in passato si annoverano Beethoven, Bismarck e Karl Marx.

Complessivamente, ci sono dodici stazioni termali in questa località. Si tratta anche di luoghi di cura perché le acque contengono elementi chimici benefici per alcune patologie. Inoltre, queste acque sono ricche di altri minerali che concorrono alla formazione delle pietre vendute come souvenir del luogo.

Oltre alle sorgenti di Carlsbad, altri luoghi interessanti sono il Teatro comunale, il Colonnato del mulino e diverse torri d’avvistamento.

Carlsbad dista un paio d’ore da Praga ma potrete scegliere tra diverse tipologie di escursioni guidate che consentono di visitare questa località e rientrare nella capitale in giornata. Trascorrendo un’intera giornata fuori, probabilmente non avrete voglia di scatenarvi al vostro rientro!

 

Giorno 3  – la Città vecchia

Iniziate la giornata ripartendo dalla Città vecchia. Le sue stradine sono stracolme di tutti i negozietti di souvenir possibili e immaginabili ed è difficile rimanere indifferenti: si tratta di lavori d’artigianato di ottima qualità e vi incuriosiranno in particolare le marionette, manufatto tipico di questa città fin dal XVI secolo. I souvenir possono essere piuttosto costosi, quindi fatevi un bel giro prima di procedere con un acquisto.

Potete dedicare il pomeriggio al Quartiere ebraico in cui troverete il vecchio cimitero, diverse sinagoghe e il Museo ebraico. Detto per inciso, i tesori conservati nel museo furono raccolti da Adolph Hitler, che intendeva farne una collezione di reperti su un’etnia estinta.

Dopo questa visita, se avete bisogno di tirarvi un po’ su con il morale, andate a vedere il Vecchio Municipio con la sua celebre Torre dell’Orologio. Allo scoccare di ogni ora, un apposito meccanismo di questo orologio mette in movimento delle figure che rappresentano il corteo degli Apostoli. Vale la pena salire in cima alla torre perché offre un panorama della città che non ha eguali.

Durante la vostra prima giornata a Praga, cercate di procurarvi il biglietto per un concerto di musica classica. Se ne tengono un po’ dappertutto in città, anche nella Basilica di San Giorgio, nel castello e sulla scalinata del Museo Nazionale e sono imperdibili per chi visita Praga. Di solito iniziano alle 17.00 e fanno rivivere gli antichi splendori di questi palazzi sulle note di Vivaldi, Mozart e compagnia bella. È un’esperienza indimenticabile.

Dopo aver trascorso un paio d’ore in un modo così soave, ci vorrà un po’ prima di riadattarvi alla rutilante vita notturna di Praga, ma siamo certi che ve la caverete egregiamente!

 

Giorno 4  – di ponte in ponte

Una minicrociera lungo il fiume Moldava che attraversa la città è già di per sé una bella esperienza, ma concedersi un pasto in questo contesto è il massimo: ogni boccone sarà accompagnato da panorami tanto belli quanto buoni saranno i vostri piatti!

Ormai da quattro giorni a Praga, avrete già visto alcuni dei monumenti più noti, ma proverete tutt’altra sensazione nel vederli mentre ascoltate musica rilassante con la brezza tra i capelli e senza essere costretti a sgomitare tra altri turisti. Lungo il fiume potrete ammirare il Ponte Carlo, il Castello di Praga e il Teatro Nazionale. E poi un giro in barca è il modo migliore per vedere tutti i ponti lungo il fiume.

Le escursioni in barca di solito prevedono un passaggio dall’hotel oppure dall’ostello fino al punto di imbarco e, al rientro, un passaggio fino all’Hotel Internazionale, nei pressi della piazza della Città vecchia.

Per una bella vista del fiume Moldava, basta attraversare il Ponte Cechov e vi troverete nei pressi del Letenske Sady, uno dei tanti parchi pubblici della città, perfetto per trascorrere un pomeriggio all’insegna del relax, soprattutto se la giornata è soleggiata.

Come la maggior parte dei pub e delle birrerie, anche le discoteche sono per lo più allestite in locali interrati. Lungo il fiume avrete ampia scelta di bar e discoteche, tra cui il Klub Lavka sulla sponda orientale del fiume in prossimità del Ponte Carlo. Un’altra discoteca in voga della città è il Roxy che ospita le serate di alcuni dei più famosi DJ europei ed è un locale arcinoto ai praghesi.

 

Giorno 5  – Oh, che tortura!

Pur riconoscendo che non è un’esperienza da non consigliare proprio a tutti, il Museo delle torture medievali merita comunque di essere segnalato. Situato nei pressi del Ponte Carlo, il museo conserva oltre 60 strumenti di tortura provenienti da diversi paesi europei. È un luogo alquanto agghiacciante, ma ha il suo fascino e aiuta a capire la follia di alcune epoche storiche.

L’ultimo giorno riservate un po’ di tempo alla cosiddetta città nuova nei pressi di Piazza San Venceslao. Tuttavia, non aspettatevi un’architettura ultramoderna perché ne restereste delusi. Un aspetto di Praga degno di nota è che l’antico e il moderno si fondono in perfetta armonia. Nella città nuova troverete i negozi più alla moda, quindi se potete permettervi un po’ di shopping, qui siete nel posto giusto.

Se il tempo è clemente, concludete in bellezza il soggiorno a Praga concedendovi una Budwar fresca all’aperto in piazza della Città vecchia. E se vi trovate a Praga nel bel mezzo dell’inverno, il suo buon sapore non cambia se ve la bevete al chiuso! Tuttavia, in estate questa piazza è ideale per osservare il passeggio e offre sempre qualche forma d’intrattenimento per i turisti. Inoltre, da queste parti abbondano i pub con musica dal vivo. Dopo esservi rinfrescati, potrete continuare la serata in uno di questi.

Lascia un commento

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto