Tutto quello che c’è da sapere su Christiania a Copenaghen

Language Specific Image

Ho trascorso 4 anni a Copenaghen e, sebbene a volte non mi piacessero alcuni aspetti della città, i miei ricordi più belli sono quelli di quando trascorrevo i pomeriggi estivi e le serate al sole seduto sull’erba di Christiania, guardando musica dal vivo con gli amici, mangiando e bevendo fino a tornare a casa sotto il sole di mezzanotte. Nessun viaggio a Copenaghen sarebbe completo senza aver prima visitato Christiana. Direi che è la cosa più importante da fare! È improbabile che possiate trovare qualcosa di simile a Christiania in qualsiasi altra parte del mondo e, se lo trovate, è quasi impossibile che si trovi nel centro di una capitale di uno dei Paesi più progressisti del mondo.

Ho visitato Copenaghen per la prima volta nel 1994, ero un bambino trascinato in giro dai miei genitori, ma una cosa che mi è rimasta impressa di quel primo grande viaggio lontano dall’Australia è stato camminare tra le mura della vecchia caserma dell’esercito che all’epoca era conosciuta come Christiania. La “zona franca” di Copenaghen, ricordo di aver visto muri enormi e persone dall’aspetto strano ovunque. Entrando, c’erano capelli lunghi, piedi nudi, risate, gente che fumava e beveva e uno strano odore che, alla tenera età di 9 anni, non riuscivo a percepire. Mentre camminavamo all’interno, era pieno di case in stile hobbit, graffiti, bancarelle che vendevano ogni tipo di hashish e spinelli pre-rollati, un bellissimo lago, una fitta foresta e folli biciclette danesi dal design “Christiania”

Era un luogo stranamente magico, che non si può apprezzare a quell’età. Ecco tutto quello che c’è da sapere su Christiania a Copenaghen:

Christiania entrance

📷: @brekkedeg

La storia di Christiania

Christiania è stata originariamente fondata nel 1971 da un gruppo di giovani anarchici/artisti hippy che hanno semplicemente marciato e preso possesso di una base militare abbandonata. Pazzesco, vero? La chiamarono “Christiania” perché si trova nel quartiere di Christianshavn e la trasformarono nella loro autoproclamata zona libera. Quando si entra, si passa sotto un grande cartello con la scritta “State lasciando l’Unione Europea”

In origine, si trattava di un’area in cui chiunque poteva occupare abusivamente un posto. Dalla fondazione della comunità, però, la situazione è stata altalenante: si tratta essenzialmente di una proprietà governativa confiscata con un mercato di droghe leggere all’aperto, il che significa che, naturalmente, i residenti hanno avuto continui scontri con il governo. Nel 2011 hanno chiuso le porte per la prima volta, per riunirsi come comunità e discutere sul da farsi. In seguito hanno riaperto con un accordo firmato dal governo per riacquistare il terreno a un prezzo concordato di 102 milioni di corone danesi. Per anni, dopo l’accordo, ogni volta che si andava a Christiania si organizzavano raccolte di fondi o si chiedevano donazioni, fino a qualche anno fa, quando finalmente hanno raccolto abbastanza denaro.

Christiania oggi

Oggi Christiania è ancora un luogo di divertimento per giovani pseudo-hippie amanti della libertà. La birra costa poco, il caffè costa poco e in estate, quando il sole splende per 20 ore al giorno, non troverete mai il locale vuoto! L’hashish gioca ancora un ruolo importante nell’ambiente, ma è molto meno evidente, anche se troverete ancora l’odore che aleggia in ogni angolo.

Christiania - Graffiti

📷: @itscalypso

Le migliori cose da fare a Christiania

All’interno di Christiania c’è una sauna gratuita. Se non siete europei (o almeno di orientamento europeo) potreste rimanere un po’ spiazzati dal fatto che tutti sono nudi… soprattutto perché si tratta di una sauna unisex! Venendo dall’Australia, non ero abituata a vedere donne nude che se ne stavano sedute ignorando il fatto che intorno a loro c’erano uomini nudi. Se riuscite a non guardare e siete abbastanza sicuri di voi stessi da sedervi in una stanza piena di persone nude, allora questa è un’esperienza super divertente e davvero autentica della natura “libera” di Christiania. Soprattutto nei mesi più freddi, questa sauna è estremamente popolare. Potrebbe essere necessario incontrare e parlare con qualcuno all’interno di Christiania per trovare questa gemma nascosta. Io l’ho scoperta solo dopo un anno o due di vita a Copenaghen.

Se il pattinaggio è la vostra passione, o se semplicemente vi piace guardarlo come quasi tutti quelli che conosco, c’è uno skate park al coperto che potrebbe piacervi, con alcune rampe e anche all’esterno per il vostro divertimento. Due miei amici che sono cresciuti a Christiania hanno costruito la bowl all’interno, che è diventata rapidamente un punto di incontro per la scena skate di Copenaghen. Oggi attira professionisti da tutto il mondo.

Christiania - skate park

📷: @scummybae

Una cosa da fare, che è un po’ difficile da individuare, è camminare, trovare il bordo del lago e seguirlo, se vedete piccole tracce che sembrano calpestate seguitele, questo vi condurrà a tutte le piccole case in stile hobbit che disseminano l’area di 85 acri. Le case che mi hanno particolarmente interessato sono quelle in cui un intero lato è stato costruito con vecchi infissi e finestre, mentre la parte anteriore è interamente riempita di cactus, felci e una serie di altre piante. Un’altra casa aveva un albero che le cresceva in mezzo e un’altra ancora, che ho visto in costruzione, sembra una specie di disco volante alieno! Anche il lago è bellissimo, la gente si siede, beve, fuma e ascolta la musica. Se viaggiate da soli, avvicinatevi e salutate. I danesi sono piuttosto riservati, soprattutto se non si parla danese, ma una volta che li si fa parlare sono sempre incredibilmente calorosi e amichevoli.

È inoltre possibile partecipare a tour a piedi di Christiania che vi spiegheranno un po’ di storia e vi mostreranno cose che altrimenti potreste perdere.

Christiania - Lake

📷: @iamanamercedes

Musica dal vivo a Christiania

A Christiania c’è musica dal vivo in continuazione, con una serie di locali e luoghi all’aperto per vederla tutta. Nemo Land, un caffè molto carino, offre due concerti gratuiti ogni domenica. Ho visto di tutto, dalle battaglie di freestyle a microfono aperto al crust punk finlandese, al black metal svedese e all’oscuro dubstep underground europeo.

Il Loppen, una sala di musica dal vivo, di solito è piuttosto alternativa, ma vi hanno suonato anche alcuni grandi nomi dell’hip-hop e del rock.

La Grey Hall, o Den Grå Hal come viene chiamata in danese, è un’altra grande sala all’interno di Christiania che ha ospitato un gran numero di grandi nomi, da Bob Dylan ai Metallica e ai Rage Against the Machine… (solo per citarne alcuni!) Oltre a questo, per tutta l’estate si tengono altri concerti gratuiti, dove troverete un gran numero di persone che si rilassano sull’erba godendosi il tempo e la musica dal vivo.

📷: @taigabeppu

Mangiare a Christiania

Ecco alcuni dei miei migliori suggerimenti su dove mangiare a Christiania:

Morgenstedet: è un caffè biologico vegetariano che personalmente è stato il mio posto preferito dove mangiare a Christiania.

Spiseloppen: Probabilmente il posto più multiculturale in cui vi capiterà di mangiare, tra gli chef, i camerieri e i clienti si possono facilmente sentire parlare 10-15 lingue diverse. Il cibo è sempre diverso, ma se siete interessati c’è almeno un piatto vegetariano nel menu ogni sera.

IlCafe Månefiskeren o Moon Fisher è un’altra graziosa caffetteria con caffè a buon mercato, tavoli da biliardo, servizi igienici (che possono essere difficili da trovare a Christiania) e un’area con posti a sedere all’aperto e giardino che viene utilizzata anche per la musica dal vivo durante l’estate.

Where to eat in Christiania

Cafe Månefiskeren 📷: @williamshellard

Le ultime parole su Christiania

Come ogni città, la vostra esperienza può essere fatta o interrotta dalle interazioni e dalle esperienze. Alcune persone amano una città che altre odiano assolutamente a causa delle interazioni con le persone o della mancanza di cose da fare, del costo delle cose o della difficoltà di spostarsi e vedere le cose. Capisco quando le persone dicono di odiare Londra, Los Angeles o Roma (non sono sempre d’accordo, ma lo capisco), ma non potrei mai immaginare che qualcuno dica di odiare Copenaghen. A volte può essere costosa, ma la città è piccola e quindi arrivare dappertutto è facilissimo, per non parlare del fatto che si possono noleggiare biciclette in città da oltre 100 punti di noleggio a pagamento. Se vi fermate per una settimana o più, vi consiglio di fare un abbonamento. Ogni bicicletta è dotata di uno schermo tattile e di un GPS che indica le stazioni di consegna e le località della città. Per circa 4 euro all’ora, potete noleggiarne una o acquistare dei pacchetti prepagati. con 65 euro si ottengono 100 ore di pedalata, che sono molte di più di quelle di cui si ha bisogno. Ci vogliono circa 45 minuti in bicicletta per andare interamente da un capo all’altro della città e se siete solo in visita non avrete mai motivo di andare così lontano.

Date un’occhiata a questi ostelli a Copenaghen

Informazioni sull’autore

Dane Faurschou è un fotografo, surfista e viaggiatore di Byron Bay, Australia, che si divide tra oceano e montagna. Attualmente sta viaggiando dal Canada alla Patagonia alla ricerca di quante più onde e montagne possibili e di qualsiasi altra cosa nel mezzo. Seguite le sue avventure sul suo blog, su Instagram e su Facebook.

Appuntate questo blog per dopo!

Everything You Need To Know About Copenhagen's Christiania

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto