Viaggiare sulla costa orientale dell’Australia: cosa c’è da sapere

Language Specific Image

La East Coast ospita alcune delle principali attrazioni dell’Australia. La barriera corallina più grande del mondo, l’isola di sabbia più grande del mondo, lo stadio coperto più grande del mondo al di fuori della Corea del Nord e la banana (di plastica) più grande del mondo. Con oltre 3.000 km di costa baciata dal sole, il viaggio da Cairns, nel Queensland settentrionale tropicale, al paradiso hipster di Melbourne, passando per la scintillante Sydney, è il percorso più battuto dai backpacker australiani: una carovana di camper a caccia di spiagge meravigliose, avventure adrenaliniche, isole idilliache e vita notturna non-stop. Da Fraser Island e la Grande barriera corallina a Bondi, Brunswick e Byron Bay, ecco tutto quello che c’è da sapere per viaggiare sulla costa orientale dell’Australia.

travel east coast australia, Sydney harbour at sunset

Porto di Sydney, 📸:Getty Images

Vai direttamente a:

    1. Il modo migliore per viaggiare sulla East Coast
    2. Quanto costa viaggiare sulla East Coast?
    3. Quanto tempo ci vuole per viaggiare sulla East Coast?
    4. Il periodo migliore per viaggiare sulla Costa Est
    5. Alloggio sulla Costa Est
    6. I luoghi migliori da visitare sulla Costa Est
      1. Cairns e la Grande Barriera Corallina
      2. Townsville e Magnetic Island
      3. Airlie Beach e le Isole Whitsunday
      4. Queensland centrale
      5. Hervey Bay e Fraser Island
      6. Sunshine Coast
      7. Brisbane
      8. Gold Coast
      9. Baia di Byron
      10. Coffs Harbour e Port Macquarie
      11. Newcastle e Port Stephens
      12. Sydney
      13. Costa Sud
      14. Canberra
      15. Melbourne

Il modo migliore per viaggiare sulla East Coast

Viaggiare sulla costa orientale dell’Australia significa affrontare un territorio molto vasto. Da Cairns a Melbourne, passando per Brisbane e Sydney, è una maratona di 3600 km, come guidare da Glasgow a Istanbul passando per Monaco e Belgrado. Uno dei modi migliori per viaggiare e quello scelto dalla maggior parte dei viaggiatori zaino in spalla è il viaggio su strada: la maggior parte dei punti di noleggio auto e furgoni, come Maui, Britz e Jucy, offrono noleggi di sola andata per questo esatto itinerario della East Coast australiana.

Noleggiare un camper sembra una buona idea per risparmiare, ma non si può campeggiare ovunque: aspettatevi un colpetto sul finestrino se vi siete fermati in una spiaggia a caso invece di pagare per un posto in un parcheggio per roulotte o in un campeggio designato, che non sono affatto economici e a volte sono esauriti. Ecco perché la comodità di un ostello è sempre un buon investimento.

La guida offre una maggiore flessibilità e di solito è più economica dei trasporti pubblici, soprattutto se permette di vedere luoghi come i parchi nazionali che altrimenti dovrebbero essere visitati con un tour. La benzina costa circa 1,50 dollari al litro e il noleggio di un’auto parte da circa 30 dollari al giorno. Diviso tra alcuni amici, l’acquisto di un set di ruote potrebbe anche avere senso per un lungo viaggio.

Ci sono anche modi per spostarsi senza auto. Gli autobus Greyhound e Premier effettuano alcuni servizi al giorno su e giù per la East Coast, mentre i treni giornalieri collegano Sydney con Melbourne e Brisbane (lo Spirit of Queensland fino a Cairns è un servizio di lusso che non rientra nei budget di molti backpacker). Vettori a basso costo come Tiger e Jetstar offrono anche voli interni a prezzi accessibili: spesso si può volare da Sydney a Melbourne per soli 40 dollari, anche se di solito il prezzo si aggira intorno ai 100 dollari, più o meno lo stesso prezzo di un autobus o di un treno molto, molto più lento.

travel east coast australia, Flinders Street Station Melbourne

Stazione di Flinders Street a Melbourne, 📸:@jamesdominko

Quanto costa viaggiare sulla East Coast?

Quanto costa viaggiare sulla costa orientale dell’Australia? Un letto in ostello costa circa 20-40 dollari, un pasto economico 10-15 dollari, una birra o un vino almeno 5-8 dollari e i tour organizzati, come una crociera alle Whitsundays o alla Grande Barriera Corallina, costano oltre 100 dollari al giorno. A ciò si aggiungono i trasporti (auto, autobus, treno o voli). Mettete in conto circa 60-70 dollari al giorno, più le spese di viaggio e di tour.

Quanto tempo ci vuole per viaggiare sulla East Coast?

Il tempo necessario per percorrere la East Coast dipende dalla durata del soggiorno. Per visitare tutti i luoghi dell’elenco che segue, sei settimane sembrerebbero uno sprint e anche due mesi volerebbero. Oziare in spiaggia è l’obiettivo di queste pigre località balneari, e chi può stabilire un limite di tempo? Se avete un programma più rigido, prendete l’aereo piuttosto che l’auto e scegliete i punti salienti: Cairns per la barriera corallina, Byron per la spiaggia e poi le due città più grandi dell’Australia, Sydney e Melbourne. In un paio di casi, potreste far rientrare il tutto in una quindicina di giorni.

Il periodo migliore per viaggiare sulla costa orientale

A sud fa troppo freddo per la spiaggia – almeno per gli standard australiani – nei mesi più freddi di metà anno, e Melbourne ha inverni particolarmente rigidi. A nord, invece, molte spiagge sono chiuse durante l’estate a causa dei pungiglioni (meduse che sono dolorosamente pungenti come sembrano), mentre i tropici sono battuti dalle piogge monsoniche in quel periodo dell’anno.

Quindi, se volete godervi l’intera enchilada della East Coast, andate a nord in autunno o migrate a sud in primavera. Ad esempio, a febbraio o marzo potrete godervi l’ultimo sole estivo a Melbourne prima di arrivare ai tropici verso giugno, oppure potrete godervi il sole del Queensland settentrionale a metà anno, mentre Sydney e Melbourne si riscaldano a ottobre o novembre. La stagione di spalla è adatta a soggiorni più brevi: aprile e ottobre sono relativamente soleggiati e privi di pungiglioni ovunque. La folla e i costi aumentano durante le vacanze di Natale, quindi rimanete a casa con la vostra mamma: ve ne sarà grata.

Alloggi sulla costa orientale

L’Australia offre una grande varietà di ostelli, per cui potete scegliere in base al vostro tipo di viaggiatore. Nel Queensland ci sono molti ostelli con piscine e aree salotto all’aperto, così potrete godervi il sole australiano e fare un tuffo quando inizia a fare caldo. Il Gilligan’s Backpacker Hotel & Resort di Cairns è un soggiorno imperdibile per tutti gli amanti delle feste in piscina.

A Sydney e Melbourne potete trovare ostelli moderni in posizioni centrali, con grandi spazi sociali come i bar in loco. Svegliatevi! Sydney Central è vicino alla stazione centrale e offre numerose attività come corsi di fitness/yoga, tour della città e serate trivia. I viaggiatori zaino in spalla possono anche partecipare a una delle loro leggendarie feste al Side Bar!

Molti ostelli in Australia sono circondati da flora e fauna esotiche. Per un’esperienza da veri australiani, soggiornate al Bungalow Bay Koala Village YHA e fatevi degli amici pelosi! Il Blue Mountains Backpacker Hostel vi permetterà di accedere facilmente a uno dei parchi naturali più belli del Paese!

travel east coast australia, social area at Wake Up! Sydney Central

Svegliatevi!Sydney Central, Sydney

I luoghi migliori da visitare nella East Coast

1. Cairns e la Grande Barriera Corallina

travel east coast australia, the Great Barrier Reef

Grande barriera corallina, 📸:Getty Images

La Grande Barriera Corallina si estende lungo 2300 km di costa del Queensland baciata dal sole, e la città di Cairns è il punto di partenza più comodo. Assicuratevi di prenotare un tour per fare immersioni, snorkeling o nuotare in questa oasi sottomarina. Assicuratevi di prenotare un operatore con una certificazione ecologica e una licenza per vedere i colori più lontani, perché lo sbiancamento dei coralli ha rovinato gran parte della barriera corallina più vicina alla città.

La città non ha una spiaggia, ma la laguna e la spianata offrono un posto dove nuotare. Le migliori avventure all’aria aperta si trovano nelle escursioni giornaliere ai paradisi tropicali come Green e Fitzroy Islands, o alla città di Kuranda, nascosta nella foresta pluviale sopra la città. Cairns è anche una capitale dell’avventura per il bungee jumping, il paracadutismo, il rafting e tutto ciò che fa salire l’adrenalina.

Una notte fuori dal famigerato ostello per festaioli Gilligan’s Backpacker Hotel & Resort Cairns è forse l’esperienza più strabiliante di tutte, con i drink più economici della città al pub e al nightclub in loco. Iniziate il vostro itinerario della costa orientale dell’Australia con circa quattro notti a Cairns… di più se i postumi del Gilligan’s cancellano un paio di giorni.

Cairns è circondata da una serie di possibili soste supplementari. La tortuosa strada di un’ora verso nord fino a Port Douglas –un’elegante cittadina di villeggiatura che ospita la sinuosa Four Mile Beach – vi porta alle porte della foresta pluviale di Daintree, un antico ecosistema che pullula di coccodrilli e buche per nuotare (non contemporaneamente, se siete fortunati). La strada verso nord si esaurisce a Cape Tribulation, dove la foresta pluviale incontra la barriera corallina. Il Daintree Crocodylus Village è perfetto per chi desidera un soggiorno appartato in mezzo alla natura, dove si può anche avvistare la fauna locale.

Nell’entroterra, i viaggiatori zaino in spalla vanno a caccia di cascate (e di lavori di raccolta della frutta) nelle Atherton Tablelands. A due ore di macchina verso sud si trova Mission Beach, uno dei pochi luoghi al mondo in cui è possibile avvistare il raro ed elusivo uccello cassowary, nonché un hotspot per il paracadutismo e il punto di lancio per Dunk Island.

Quanti giorni: 4

Confronta tutti gli ostelli a Cairns

travel east coast australia, Gilligan’s Backpacker Hotel & Resort Cairns

Gilligan’s Backpacker Hotel & Resort Cairns

2. Townsville e Isola Magnetica

travel east coast australia, port at Townsville

Townsville, 📸:Getty Images

Tre ore di guida attraverso campi di canna da zucchero e piantagioni di banane portano a Townsville, la capitale di fatto del Queensland settentrionale e, soprattutto, il punto di partenza per il paradiso tropicale di Magnetic Island.

Maggie, come la chiamano i locali, dista solo 20 minuti di traghetto da Townsville, ma sembra un altro pianeta. Oltre agli splendidi paesaggi tropicali (il luogo è ricoperto da più palme di una confezione del Bounty), la grande attrattiva di Maggie è la possibilità di incontrare da vicino la fauna australiana come canguri, koala e wallaby.

Infatti, il Bungalow Bay Koala Village è l’unico ostello in Australia con un proprio santuario della fauna selvatica, che offre la colazione con i koala e la possibilità di scattarsi un selfie con uno di questi pelosi. Trascorrete un paio di notti in una delle cabine con struttura ad A intorno alla serena piscina immersa nei giardini.

Quanti giorni: 2-3

Confronta tutti gli ostelli a Townsville

3. Airlie Beach e le isole Whitsunday

travel east coast australia, white sand on Airlie Beach

📸:Getty Images

Airlie Beach è un altro vivace ritrovo di backpacker, pieno di viaggiatori che non vedono l’ora di salpare per le isole Whitsunday o che si vantano con gli amici a casa del paese delle meraviglie di sabbia bianca che hanno appena visitato. Le Whitsundays sono un’attrazione scintillante per chiunque viaggi sulla costa orientale dell’Australia e Airlie è la porta d’ingresso. Le 74 isole possono essere ricoperte dai resort più sfarzosi d’Australia, ma i viaggiatori con lo zaino in spalla non devono perdersi il divertimento: da Airlie Beach partono numerose crociere economiche che permettono di fare il giro delle isole, con un letto sulla barca e il vitto incluso.

Uno dei tanti ostelli eleganti della città, il Bush Village Budget Cabins emana un’atmosfera rilassata fin dall’arrivo alla reception: la scrivania si affaccia sull’area della piscina, dove i vostri nuovi compagni si stanno rilassando sulle amache a bordo vasca. Beatitudine.

Quanti giorni: 4

Confronta tutti gli ostelli a Airlie Beach

travel east coast australia, pool at Bush Village Budget Cabins

Bush Village Budget Cabins, Airlie Beach

4. Queensland centrale

travel east coast australia, beach at Bundaberg

Bundaberg, 📸:Getty Images

Mackay, Rockhampton e Bundaberg, oltre a località come Innisfail e Bowen più a nord, sono i luoghi in cui i viaggiatori zaino in spalla con il visto di vacanza-lavoro si recano per completare il lavoro in fattoria e prolungare il loro soggiorno. Ma ci sono sicuramente dei motivi per passare la notte nel Queensland centrale che non comportano la raccolta di frutta.

Mackay chiude il tratto meridionale della Grande Barriera Corallina. Le Capricorn Caves sono scavate in una cresta calcarea vicino a Rockhampton. Agnes Water è il primo surf break a sud della barriera. Bundaberg vanta la distilleria del rum preferito d’Australia e la spiaggia di Mon Repos, dove nei primi tre mesi dell’anno le tartarughe schiuse, incredibilmente adorabili, muovono i primi passi verso la riva.

E se non altro, da Airlie Beach a Hervey Bay ci sono 10 ore di macchina, quindi un posto come Rocky, a metà strada, è un comodo pit stop per una notte.

Quanti giorni: facoltativo, 2-3

Confronta tutti gli ostelli nel Queensland

5. Hervey Bay e Fraser Island

travel east coast australia, Scarness Pier Hervey Bay at sunset

Scarness Pier Hervey Bay, 📸:Getty Images

Hervey Bay, punto di osservazione delle balene, è il punto di accesso a Fraser Island, la più grande isola di sabbia del pianeta. Lunga più di 120 km e larga 20 km, Fraser è ricoperta di laghi d’acqua dolce scintillanti come il sereno Lago Mackenzie, relitti di navi arrugginiti su spiagge incontaminate e una specie selvaggia di dingo unica dell’isola.

Partecipate a un tour di tre giorni in cui le guide guidano un convoglio di veicoli a quattro ruote motrici (4WD) che sfrecciano sulla sabbia: mi dispiace, ma il vostro vecchio camper scassato non è adatto a questo posto. Tornando sulla terraferma, l’Aussie Woolshed, a conduzione familiare, è un luogo di soggiorno davvero unico: una fetta di bush nel bel mezzo di Hervey Bay, con legname grezzo, ferro ondulato, staffe e selle che pendono da ogni trave. Rainbow Beach, a sud di Fraser Island, è un’altra splendida tappa sulla strada verso sud.

Confronta tutti gli ostelli di Hervey Bay

Quanti giorni: 4

travel east coast australia, dorm room at Aussie Woolshed, Hervey Bay

Capannone di lana Aussie, Hervey Bay

6. Costa del sole

travel east coast australia, girl walking up steps at noosa national park

Parco nazionale di Noosa 📸:@samanthalreid

Noosa attira molti visitatori australiani di alto livello che fuggono dall’inverno negli Stati meridionali, il che spiega tutti i caffè alla moda, le boutique costose e le ville per le vacanze glamour. Ma anche i viaggiatori con lo zaino in spalla possono permettersi le delizie naturali della Sunshine Coast: tuffarsi in acque turchesi, fare passeggiate lungo la costa attraverso il Noosa National Park, andare in kayak nelle Noosa Everglades e poi reidratarsi nei numerosi punti di ristoro di Noosa.

Sulla Sunshine Coast si trova anche l’Australia Zoo – il santuario creato dal grande e compianto Steve Irwin, la cui famiglia continua la sua eredità – a circa 20 minuti di auto nell’entroterra di Caloundra o a 45 minuti da Noosa. A metà strada tra Fraser Island e Brisbane (due ore di viaggio), la Sunshine Coast è un luogo ideale per rilassarsi sulla sabbia per un paio di giorni prima di raggiungere la grande città.

Quanti giorni: 1-2

Confronta tutti gli ostelli a Noosa

7. Brisbane

travel east coast australia, brisbane skyline at sunset

📸:Getty Images

I residenti delle città rivali descrivono la capitale del Queensland come una grande città di campagna, il che è un po’ ingiusto. Brisbane non ha la stessa attrattiva della balneare Sydney o dell’artistica Melbourne, ma vale la pena dedicarle un giorno o due del vostro itinerario sulla costa orientale dell’Australia. I parchi costeggiano il fiume Brisbane che attraversa il centro città, i caffè del Westend e i mercati notturni offrono qualcosa per i buongustai, la XXXX Brewery produce il magico elisir del Sunshine State e c’è una vivace fila di ostelli di Brisbane su Upper Roma Street vicino al Suncorp Stadium, la cosa più vicina a un luogo sacro per questa città appassionata di sport.

Brisbane è anche un’ottima base per escursioni giornaliere, in particolare la rilassata North Stradbroke Island e l’incontaminata Moreton Island, dove è possibile fare snorkeling o immersioni negli storici relitti di Tangalooma. Se avete poco tempo, potete anche affrontare la Sunshine Coast e la Gold Coast con gite di un giorno da Bris Vegas.

Quanti giorni: 2-3

Confronta tutti gli ostelli a Brisbane

8. Costa d’oro

travel east coast australia,person standing at Surfers Paradise Gold Coast at sunset

Surfers Paradise Gold Coast, 📸:Getty Images

L’immagine da cartolina della Gold Coast è quella dei grattacieli che svettano sulla sabbia dorata. E certo, questa versione della Goldie esiste a Surfers Paradise: una Glitter Strip di nightclub, casinò e grattacieli che i backpacker amanti delle feste apprezzeranno. Il BUNK Surfers Paradise è l’ostello più nuovo della Gold Coast, con camere luminose e nuovissime a soli 100 metri dalla sabbia, oltre a una lounge con piscina soleggiata e aree comuni eleganti che vi aspettereste di trovare in un Generator in Europa.

Ma la Gold Coast si estende per ben 52 chilometri. A sud di Surfers, le spiagge più tranquille come Burleigh Heads e Coolangatta godono di oltre 300 giorni di sole all’anno. Nell’entroterra della Gold Coast, la zona più selvaggia è protetta dai parchi nazionali di Tamborine, Springbrook e Lamington. La Goldie ospita anche i principali parchi a tema dell’Australia: Dreamworld, Wet ‘n’ Wild, Warner Bros. Movie World e altri ancora. Surfers Paradise potrebbe stancare dopo un paio di notti, ma potreste passare molto più tempo a rilassarvi in un angolo più tranquillo della costa.

Quanti giorni: 2-3

Confronta tutti gli ostelli della Gold Coast

travel east coast australia, brown leather sofas BUNK Surfers Paradise hostel reception

BUNK Surfers Paradise

9. Baia di Byron

travel east coast australia, person on the beach at byron bay with a surfboard

📸:@bradhalcrow

A solo un’ora dal confine tra Queensland e NW, Byron è la quintessenza della costa orientale australiana. Chilometri di spiagge. Parchi nazionali lussureggianti. Pub e caffè a volontà. Non c’è da stupirsi che ci siano così tanti backpacker. Inserite nel vostro itinerario un bel po’ di tempo per Byron Bay:è uno di quei luoghi che vi risucchiano come la sabbia, dove l’addetto alla reception dell’ostello è arrivato due anni fa con un camper e non se n’è più andato. Il nuovissimo Byron Bay YHA cattura l’atmosfera per cui questa città è famosa, con giardini verdeggianti e murales caleidoscopici che circondano un’elegante area piscina.

Il faro di Cape Byron, che segna il punto più orientale dell’Australia continentale, fa ombra ai suonatori di bongo, ai panettieri, agli istruttori di yoga e agli appassionati di surf che si riuniscono sulla sabbia sottostante. Le strade ricoperte di graffiti ospitano caffetterie specializzate, birrerie artigianali, panifici artigianali, cocktail, gallerie d’arte stravaganti, ristoranti new-age e tutto ciò per cui hippy e hipster sbavano. Inoltre, qui vive Chris Hemsworth, quindi potreste vedere Thor mentre si rilassa in spiaggia.

Byron Bay era un tempo una sonnolenta cittadina balneare, ma negli ultimi anni ha registrato un boom di viaggiatori zaino in spalla amanti della spiaggia, di fughe da Sydney e di star di Hollywood. A novanta minuti dalla costa, Yamba sembra la Byron di vent’anni fa: unitevi al leggendario tour da dieci dollari di Shane dello Yamba YHA per conoscere tutti i luoghi migliori.

Nell’entroterra di Byron Bay si trova Nimbin, una città che sembra l’interno di un caffè di Amsterdam. Questa capitale dello “stile di vita alternativo” (leggi: un sacco di Bob Marley, un sacco di acchiappasogni e un sacco di erba) contiene un YHA ultraterreno dove potrete dormire in una yurta con vista sulle valli nebbiose della regione dei Northern Rivers.

Quanti giorni: 2-3 (a seconda di quanto tempo volete per rilassarvi!)

Confronta tutti gli ostelli a Byron Bay

travel east coast australia, people sunbathing on Yamba YHA hostel rooftop

Yamba YHA

10. Coffs Harbour e Port Macquarie

travel east coast australia, Muttonbird Island Coffs Harbour

Isola Muttonbird di Coffs Harbour, 📸:Getty Images

Coffs Harbour (a tre ore di auto da Byron) e Port Macquarie (a 90 minuti a sud) sono due comode tappe per chi viaggia sulla costa orientale dell’Australia.

Coffs Harbour è nota per la Big Banana, ma se vi fermate per più di un selfie con questo frutto lungo 13 metri, potete visitare altre spiagge meravigliose, parchi nazionali come Dorrigo o Bongil Bongil e la vicina città new age di Bellingen.

Port Macquarie vanta, come avete indovinato, strisce di sabbia ancora più splendide, oltre a un commovente Koala Hospital che ha contribuito a riabilitare innumerevoli animali colpiti dagli incendi che hanno devastato questa parte del mondo alla fine del 2019.

Quanti giorni: 1

Confronta tutti gli ostelli a Coffs Harbour

11. Newcastle e Port Stephens

travel east coast australia, coastline at Newscastle

Newscastle, 📸:Getty Images

Newcastle, a circa due ore a sud di Port Macquarie, è la prossima piacevole tappa che interrompe il lungo viaggio verso Sydney. Antica città mineraria che accoglie ancora enormi container nel suo porto, Newy offre molto del fascino di Sydney – sabbia dorata a pochi passi dal centro città, caffè e pub affacciati sull’acqua, una scena gastronomica all’avanguardia, in particolare per quanto riguarda il caffè – senza la folla o il costo.

Se avete un po’ di tempo da trascorrere a Port Stephens, visitate la capitale australiana dei delfini, Nelson Bay, una serie di spiagge appartate per il surf intorno al Tomaree National Park e le dune di sabbia delle Worimi Conservation Lands, un sito sacro per gli indigeni. La più antica regione vinicola del Paese, la Hunter Valley, si trova anch’essa vicino a Newcastle – l’YHA appositamente costruito è circondato da vigneti.

La Central Coast, a metà strada tra Newcastle e Sydney, è un’altra zona ricca di splendide spiagge. Ma la mancanza di ostelli e di trasporti pubblici fa sì che non sia esattamente un centro di ritrovo per i viaggiatori zaino in spalla.

Quanti giorni: 2 giorni

Confronta tutti gli ostelli a Newcastle

12. Sydney

travel east coast australia, two girls standing in front of the sydney skyline

📸:@cinjarella_glassslipper

Sydney è una delle città più spettacolari sulla faccia della terra, per non parlare della costa orientale dell’Australia. Il suo porto scintillante vanta due punti di riferimento riconosciuti a livello mondiale: la Sydney Opera House e il Sydney Harbour Bridge. La costa è ricoperta di spiagge di livello mondiale. Qui potete conquistare la scogliera che collega Bondi a Coogee per vedere Tamarama, Bronte, Clovelly e Gordon’s Bay, e prendere il traghetto per Manly per vivere l’esperienza essenziale del porto di Sydney. I quartieri della città, come Surry Hills e Newtown, sono ricchi di eccellenti caffè, bar e ristoranti (scusa, Melbourne, ma anche Sydney è cool). E spazi verdi come i Giardini Botanici sul porto e il vasto Royal National Park arricchiscono la mappa.

Trascorrete a Sydney tutto il tempo che potete (cioè fino a quando il vostro budget lo consente), ma non arriverete mai in fondo alla vostra lista di cose da fare, indipendentemente dal numero di notti in cui vi fermerete. I backpacker possono scegliere tra più di 80 ostelli a Sydney, la maggior parte dei quali si trova nei pressi della Stazione Centrale nel centro della città, oltre a molti altri vicino alla spiaggia a Manly, Bondi e Coffee. Ma il Sydney Harbour YHA è l’ideale per chi vuole vivere un’esperienza unica in città. Costruito su misura nello storico quartiere di Rocks, la terrazza sul tetto dell’ostello offre una vista senza ostacoli sull’Opera House e sull’Harbour Bridge, uno sfondo ideale per la serata gratuita di vino e formaggio che si tiene ogni giovedì.

La migliore gita di un giorno da Sydney è il treno di 90 minuti o le due ore di macchina per le Blue Mountains, che prendono il nome dal luccichio creato da questa infinita foresta di eucalipti. Il belvedere di Echo Point, nella città di Katoomba, offre una vista perfetta della formazione rocciosa delle Tre Sorelle, ma un pernottamento vi darà il tempo di percorrere la rete di sentieri che attraversano la foresta.

L’aeroporto più trafficato del Paese è un punto di partenza o di arrivo ragionevole per qualsiasi itinerario della costa orientale dell’Australia, e la tratta Sydney-Cairns è la più adatta ai viaggiatori zaino in spalla. Ma anche a sud della città portuale c’è molto da vedere.

Quanti giorni: 4-5

Confronta tutti gli ostelli di Sydney

travel east coast australia, people eating food on the roof terrace of Sydney Harbour YHA

Porto di Sydney YHA

13. Costa Sud

travel east coast australia, Jervis Bay beach

Jervis Bay, 📸:Getty Images

Molti viaggiatori vanno direttamente da Sydney a Melbourne – 900 km che si possono percorrere in meno di nove ore, più le pause, ma il percorso costiero rivela chilometri di sabbia più dorata. Partite dalla regione dell’Illawarra, a un’ora di auto a sud di Sydney: la città di Wollongong, come Newcastle, è un’altra antica città mineraria circondata da spiagge splendide. Non perdetevi Jervis Bay e la famosissima Hyams Beach (che, a quanto si dice, ha la sabbia più bianca del mondo) durante il viaggio lungo la costa.

Batemans Bay, a due ore e mezza dalla costa, offre archi di sabbia ancora più appartati. Le spiagge della South Coast sono molto più tranquille delle loro controparti del Queensland a nord, e la maggior parte dei viaggiatori qui sono nomadi grigi che si spostano in Australia, piuttosto che backpacker in cerca di feste. Conservate quindi le borse per Cairns e Airlie!

L’angolo sud-orientale del Paese è pittoresco: Eden è paradisiaco come sembra, così come la penisola di Mornington sulla strada per Melbourne. Ma non è esattamente il centro degli ostelli, quindi i backpacker dovrebbero limitarsi a fare il viaggio verso la capitale vittoriana.

Quanti giorni: 5-6 giorni

14. Canberra

travel east coast australia, national museum in canberra

📸:Getty Images

Il percorso più diretto da Sydney a Melbourne passa per Canberra, a circa tre ore di macchina dalla città del porto. La capitale della nazione ha l’immeritata reputazione di essere noiosa, costosa e piena di politici. Canberra è stata fondata solo per risolvere un bisticcio tra le due città più grandi d’Australia su quale dovesse essere la capitale, e sembra quasi che sia stata costruita con un pacco di cartone dell’Ikea.

Nonostante l’attenzione per Sydney e Melbourne, Canberra è in realtà molto bella. L’Australian War Memorial, il National Museum e la National Gallery sono interessanti per gli appassionati di storia. È possibile visitare non una, ma ben due sedi del Parlamento, dopo la costruzione di una nuova sede nel 1988. A proposito di adulti che si comportano come bambini, il museo scientifico Questacon è assolutamente da vedere. Il cibo e le bevande di Lonsdale Street sono all’altezza di Melbourne e Sydney, anche se i tavoli sono pieni di politici. La città è sede di alcune importanti università nazionali, quindi la vita notturna è inevitabile. Date un’occhiata ai cocktail bar della città o ballate nei suoi vivaci club!

Quanti giorni: 2

Confronta tutti gli ostelli a Canberra

15. Melbourne

travel east coast australia, cobbled street with street art in melbourne

📸:@anniespratt

Melbourne è la capitale australiana della cultura. Capitale del caffè. Capitale del cool. È l’alveare del cibo e della moda, nonché l’epicentro sportivo del Paese: gli Australian Open di tennis a gennaio, la Formula Uno a marzo, il carnevale delle corse dei cavalli in primavera. Poi c’è la vera ossessione della città: Il calcio AFL, che in inverno illumina l’imponente campo sportivo da 100.000 posti (MCG).

Assaggiate caffè, kale e quinoa in quartieri bohémien come Fitzroy e Brunswick. Ammirate i graffiti artistici sui muri di Hosier Lane e Centre Place, nonché gallerie come la National Gallery of Victoria e l’Australian Museum for Contemporary Art. Assaporate la storia che trasuda da edifici come la State Library, la Flinders Street Station, la Old Melbourne Gaol e l’ornato Royal Exhibition Building nei Carlton Gardens. E cogliete il tramonto a St Kilda, mentre i piccoli pinguini sbarcano dopo una giornata in mare.

Nei pressi di Flinders Street si trova una serie di eccellenti ostelli, tra cui spicca lo United Backpackers. Vi aspettano camere ultramoderne, pancake gratuiti a colazione ed eventi sette sere a settimana nel loro bar segreto sotterraneo. La maggior parte dei backpacker ha bisogno di almeno quattro o cinque giorni per addentrarsi a Melbourne.

Per continuare l’itinerario della East Coast australiana, dirigetevi a ovest di Melbourne lungo la Great Ocean Road in direzione di Adelaide. Per quanto sia stato stupefacente il viaggio da Cairns, niente è paragonabile alle curve e alle scogliere di questa splendida striscia di rocce che si snoda lungo la costa meridionale dell’Australia. I 12 Apostoli (gigantesche rocce erette lungo la spiaggia) possono essere raggiunti con una gita di un giorno da Melbourne, ma è meglio passare la notte per esplorare ogni angolo e curva.

Quanti giorni: 4-5

Confronta tutti gli ostelli a Melbourne

travel east coast australia, people chilling on sofas at United Backpackers hostel

Backpackers Uniti

Rispolverate il vostro accento australiano, prendete i vostri tanga e immergetevi nella splendida costa orientale. Cosa stai aspettando amico?

Siete stati in uno dei luoghi della lista o conoscete qualche posto segreto che non abbiamo menzionato? Ditecelo nei commenti!

Continuate a leggere:

🌟 Lavoro agricolo in Australia: tutto quello che c’è da sapere, dalla ricerca del lavoro al visto

🌟 Alla scoperta del Down Under: la guida per viaggiare con lo zaino in spalla in Australia

🌟 Guida per i backpacker della Nuova Zelanda

Informazioni sull’autore:

Tom Smith è uno scrittore australiano che vive a Manchester. Ossessionato dallo sport e dai viaggi, Tom ha visto il cricket a Cardiff, il calcio a Fortaleza, il baseball nella Bay Area e c’è ancora molto altro da spuntare dalla lista dei desideri. Leggete altri suoi lavori qui.

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto