Dove alloggiare a Malta: una guida per gli addetti ai lavori

Language Specific Image

Malta è spesso trascurata dai viaggiatori con lo zaino in spalla, ma questo piccolo arcipelago ha molto da offrire, non ultimo l’abbondanza di ostelli e pensioni eccellenti. Per aiutarvi a partire, abbiamo selezionato le migliori zone da visitare e i migliori ostelli di Malta in cui soggiornare. Questa è la nostra guida per gli addetti ai lavori su dove alloggiare a Malta.

Molti pensano che questa destinazione sia più adatta a una vacanza “fly-and-flop”. Ma Malta non è priva di villaggi turistici, ma offre molto di più di sole, mare e sabbia (anche se, ovviamente, c’è molto di questo). L’arcipelago maltese è composto da un trio di isole mozzafiato nel Mediterraneo, ognuna delle quali ha un carattere particolare.

Malta è la più grande delle tre, e stupisce i visitatori con le sue coste frastagliate, i villaggi di pescatori e la capitale cinquecentesca de La Valletta, interamente dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La maggior parte dei viaggiatori si concentra su quest’isola e sulla grande quantità di meraviglie che riesce a racchiudere nelle sue coste rocciose.

Nonostante le piccole dimensioni dell’isola, le sue città e i suoi quartieri mantengono una propria atmosfera individuale. C’è La Valletta, naturalmente, i cui vicoli si staccano da un centro animato da gallerie, musei e ristoranti maltesi. Poi c’è Sliema, proprio di fronte all’acqua, la cui cultura dei caffè e la scena artistica le conferiscono un’atmosfera che contrasta con quella della pittoresca capitale.

Un po’ più a nord, a St Julian’s, troverete la migliore vita notturna dell’isola, oltre a numerosi ostelli e luoghi di ritrovo in riva al mare. Ancora più a nord, la zona di St Paul’s Bay è la più adatta per chi ama la spiaggia e cerca una fuga rilassante.

Probabilmente vorrete trascorrere un po’ di tempo anche a Gozo. Mentre alcune parti di Malta sono state edificate nel corso degli anni, Gozo rimane gloriosamente priva di grattacieli. È caratterizzata da una campagna e una costa incontaminate e ha una scena gastronomica dominata da produttori locali.

Per quanto riguarda l’alloggio, troverete ostelli di lusso a Sliema e St Julian’s, mentre La Valletta e la zona di St Paul’s Bay tendono ad avere hotel e pensioni più economiche. A Gozo, troverete una manciata di entrambi.

Se vi fermate in una delle zone qui di seguito, avrete la possibilità di usufruire di ottimi collegamenti con autobus e traghetti per le altre zone dell’isola. Anche le linee di autobus attraversano Gozo, anche se avrete un po’ più di libertà se noleggiate un’auto. I traghetti collegano Gozo con Comino e Malta.

Ovunque decidiate di accamparvi, rimarrete sicuramente affascinati da quest’isola mediterranea: per iniziare, ecco la nostra guida zona per zona su dove alloggiare a Malta.

where to stay in malta - view of land by the sea

Foto di Ferenc Horvath

Vai direttamente a:

La Valletta: la zona migliore di Malta per le grandi attrazioni turistiche e culturali

  1. Cosa fare a La Valletta
  2. Dove mangiare a La Valletta
  3. I migliori ostelli a La Valletta

Sliema: la zona migliore di Malta per lo shopping e le passeggiate sul mare

  1. Cosa fare a Sliema
  2. Dove mangiare a Sliema
  3. I migliori ostelli di Sliema

St Julian’s: la zona migliore per la vita notturna e per frequentare la gente alla moda

  1. Cosa fare a St Julian’s
  2. Dove mangiare a St Julian’s
  3. I migliori ostelli di St Julian’s

L’area di St Paul’s Bay: la zona migliore per le giornate in spiaggia e per esplorare il nord di Malta

  1. Cosa fare a St Paul’s Bay
  2. Dove mangiare a St Paul’s Bay
  3. I migliori ostelli di St Paul’s Bay

Gozo: area bonus

  1. Cosa fare a Gozo
  2. Dove mangiare a Gozo
  3. I migliori ostelli di Gozo

La Valletta: la migliore area di Malta per le grandi attrazioni turistiche e culturali

La capitale di Malta può essere compatta, ma potreste passare giorni interi a immergervi in tutto ciò che la città ha da offrire. Una delle basi più popolari per i viaggiatori, La Valletta è il cuore culturale di Malta. Che siate alla ricerca di una dose di storia o di un assaggio della Malta moderna, lo troverete a La Valletta: la città è allo stesso tempo un museo storico vivente, con le sue mura fortificate e le sue chiese secolari, e un focolaio di cultura contemporanea.

Un periodo come Capitale europea della cultura nel 2018 ha ridato vita alla città e i suoi edifici barocchi ospitano gallerie d’arte, centri culturali, ristoranti tradizionali maltesi e altro ancora.

La Valletta è anche un nodo di trasporti, quindi i viaggiatori zaino in spalla possono accedere facilmente ad altre parti dell’isola, dai villaggi del sud di Malta alle spiagge del nord. Se non avete intenzione di noleggiare un’auto durante il vostro viaggio, soggiornare nella capitale vi permette comunque di esplorare liberamente.

Non sorprende che ci sia anche una grande varietà di posti dove alloggiare: a Valletta si trova di tutto, dai boutique hotel più chic alle opzioni più semplici, perfette per chi viaggia con lo zaino in spalla. Tenete presente, però, che data la popolarità di La Valletta, gli alloggi possono essere più costosi che altrove, soprattutto durante l’alta stagione (giugno-agosto); inoltre, dovrete prenotare con largo anticipo per assicurarvi la prima scelta.

where to stay in malta - harbour view with sunset Immagine di Kirk Fisher

Cosa fare a La Valletta

Se volete iniziare la vostra avventura maltese con le attrazioni più importanti, recatevi alla Concattedrale di San Giovanni. Non è raro vedere una coda fuori da questo edificio del XVI secolo, con i suoi scintillanti interni barocchi e i suoi dipinti di Caravaggio. Se volete visitare un solo luogo storico durante il vostro soggiorno a La Valletta, fatelo.

Per ammirare i migliori panorami della città, dirigetevi verso gli Upper Barrakka Gardens. L’ingresso a questa oasi fiorita è gratuito e vi garantirà una vista mozzafiato sul Grand Harbour. Potrete anche scorgere le imponenti Tre Città che si trovano di fronte a La Valletta: Cospicua, Senglea e Birgu. I possenti archi del giardino sono anche il luogo preferito dai fotografi.

Ma anche se La Valletta offre numerose attrazioni, il modo migliore per immergersi nella città è semplicemente quello di passeggiare per i suoi vicoli. Ammirate gli edifici color miele con i loro balconi colorati e scorgete l’oceano mentre scrutate le strette viuzze. Le strade di La Valletta sono disposte a griglia, quindi sono facili da percorrere; indossate però scarpe adeguate, perché i marciapiedi della città possono spesso rivelarsi un po’ precari. Lungo il percorso vi imbatterete nei soliti caffè e bar delle strade laterali, oltre a sorprese come Blitz, una galleria indie tascabile nascosta in una casa a schiera.

Gli amanti dell’arte apprezzeranno anche il Centre for Creativity (o Spazju Kreattiv). Questo spazio cool nel forte St James Cavalier attira la folla hipster di La Valletta con il suo cinema d’essai e le sue mostre d’arte contemporanea. Merita una visita anche il più tradizionale museo d’arte MUŻA, aperto nel 2018 nell’Auberge d’Italie.

Quando cala la notte, il posto migliore è la Strait Street di La Valletta. Un tempo soprannominata “the Gut”, questa strada poco illuminata era sinonimo di prostituzione e dissolutezza da ubriachi. Oggi è la sede di bar, ristoranti e locali di musica dal vivo alla moda, come il Tico Tico e il Rocks Wine Bar.

Non mancate di dare un’occhiata anche al Pjazza Teatru Rjal. Questo luogo di musica all’aperto nel centro della città è stato costruito dalle rovine della vecchia Royal Opera House e spesso ospita spettacoli gratuiti.

Grazie agli eccellenti collegamenti di Valletta, la città è la base perfetta per esplorare altre parti dell’isola. Prendete l’autobus in direzione sud-ovest per raggiungere la Grotta Azzurra, una rete di splendide grotte da esplorare in barca. Le grotte sono famose per il modo in cui la luce gioca sulle loro pareti, facendole assumere tonalità blu e arancioni. Si può anche viaggiare verso ovest fino alla fortificata Mdina, un tempo capitale di Malta.

Anche i villaggi di pescatori del sud offrono un assaggio della vita tradizionale maltese. Marsaxlokk è una tappa popolare, nota per il suo vivace mercato del pesce domenicale e per le sue acque costellate di luzzu (tradizionali barche da pesca maltesi). Se vi è rimasta la voglia di esplorare ancora il sud, potete pernottare all’ostello Xrobb L Ghagin, situato nell’omonimo parco naturale.

where to stay in malta - view of valletta overlooking the sea

Dove mangiare a Valletta

La cucina tradizionale maltese è generalmente confortante e priva di fronzoli – stufati di carne e pesce, zuppe, pane e dolci in abbondanza – e non avrete problemi ad assaggiarla a La Valletta. Nelle strade della città si nasconde praticamente ogni tipo di prelibatezza maltese e i ristoranti spaziano dagli accoglienti locali tradizionali a quelli stravaganti che propongono cucina internazionale.

Un piatto che sicuramente troverete nei menu di tutta la città è lo stuffat tal-fenek, o stufato di coniglio. Una delle prelibatezze più tradizionali di Malta, questo stufato riscaldante è a base di vino rosso, verdure a radice e abbondanti cipolle e aglio. Il Ravjul tal-fenek (ravioli di coniglio) è un’altra scelta popolare. Provate da Nenu the Artisan Baker: a dispetto del nome, questo ristorante rilassato offre una lunga serie di piatti maltesi, da quelli a base di coniglio all’imqarrun il-forn, una sorta di maccheroni al forno molto saporiti.

Da provare anche la ftira, un pane maltese che si trova nei locali di street-food e nei caffè e ristoranti più tranquilli. Perfetto per un pranzo fuori casa, è solitamente farcito con tonno, capperi e olive. Anche Nenu prepara un’ottima ftira, mentre il caffè alla moda 67 Kapitali la serve con un’ottima selezione di birre artigianali.

La scena gastronomica maltese è anche fortemente influenzata dall’Italia (non sorprende, vista la sua posizione nel Mediterraneo) e La Valletta ha un’alta concentrazione di ottimi ristoranti italiani. Da provare assolutamente è Pastaus, un bar di pasta fresca in Strait Street: scegliete la vostra pasta, aggiungete il vostro condimento e poi aspettate nei dintorni artistici del ristorante mentre la pasta viene preparata fresca per voi.

Un’ottima opzione per i gruppi è il Mercato alimentare della Valletta: Is-Suq Tal-Belt. Una serie di venditori allettanti si riunisce in questa sala alimentare coperta in Merchants Street. Fermatevi da Ta’ Kelinu per assaggiare i dolci tradizionali maltesi. È l’occasione perfetta per provare un pastizz, un amato dolce maltese solitamente ripieno di ricotta o di purè di piselli.

I migliori ostelli a La Valletta

Sebbene a La Valletta non manchino i posti dove alloggiare, non è la zona migliore per i tradizionali ostelli per backpacker (la maggior parte di questi si trova nelle vicine St Julian’s e Sliema – vedi sotto). Tuttavia, se siete decisi a rimanere nella capitale, ci sono alcune opzioni di alloggio più semplici per chi viaggia con un budget limitato.

Palazzo Sant Ursula è una pensione economica a pochi minuti dalla piazza principale di La Valletta, St George’s Square. La terrazza comune sul tetto, inondata di sole, permette di respirare l’atmosfera dell’ostello e di scambiare consigli con i compagni di viaggio. Le camere sono pittoresche e accoglienti, con legno scuro, biancheria da letto a fantasia e opere d’arte eclettiche.

Un’altra buona opzione è il British Hotel, dal nome semplice. Vicino al centro pedonale di La Valletta, questo hotel senza fronzoli è a conduzione familiare e a basso costo. Ci sono anche comode aree comuni, come una sala TV e una terrazza sul tetto, in modo da poter incontrare altri backpacker se si viaggia da soli. Le camere sono essenziali ma confortevoli e potreste anche avere una vista sul mare.

Sliema: la zona migliore di Malta per lo shopping e le passeggiate sul mare

where to stay in malta - sliema - inside a church

Immagine di photosforyou

Dall’altra parte dell’acqua rispetto a La Valletta, Sliema è una zona più moderna, ricca di ristoranti, negozi e luoghi di soggiorno. Mentre la capitale è piena di pittoreschi edifici del XVI secolo, Sliema è meglio conosciuta per i suoi eleganti punti vendita, i grattacieli e la cultura contemporanea dei caffè. È anche una zona più residenziale rispetto a La Valletta (che ha solo circa 6.000 abitanti permanenti).

I viaggiatori sono attratti da Sliema per la sua atmosfera vivace e rilassata, soprattutto grazie al lungomare che abbraccia la costa. Qui i turisti si mescolano con la gente del posto nei caffè in riva al mare con ampie vedute sul mare. Se desiderate i tradizionali vicoli maltesi, li troverete ancora lontano dal lungomare. Verso il centro di Sliema, i grandi edifici moderni lasciano il posto a case color sabbia con balconi che ricordano La Valletta.

I prezzi sono leggermente più bassi a Sliema rispetto alla capitale e, a differenza di La Valletta, avrete l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda gli ostelli.

Sliema è anche ben collegata. Il traghetto per la capitale impiega meno di 10 minuti e costa solo 2,80 € per un giorno di andata e ritorno per adulti. Dalla capitale, gli autobus vi porteranno ovunque vogliate andare. Da Sliema salpano anche le imbarcazioni dirette a splendide destinazioni come Gozo e Comino.

Cosa fare a Sliema

Sliema è meno ricca di attrazioni storiche e culturali rispetto a La Valletta, ma c’è comunque molto da fare. In ogni caso, l’attrazione principale di Sliema sono i suoi panorami epici. L’area del lungomare da cui partono i traghetti per La Valletta è il luogo in cui potrete godere di una vista da cartolina della capitale; in effetti, vale la pena di prendere il traghetto solo per questo panorama. Altrove, le coste di Sliema offrono viste mozzafiato sull’oceano aperto.

Trascorrete un piacevole pomeriggio o una serata passeggiando sul lungomare, che si estende accanto alla trafficata Tower Road. Il percorso vi condurrà lungo la costa di Sliema, da Gżira a St Julian’s: da un lato le spiagge rocciose di Sliema, dall’altro un’ampia scelta di bar e caffè.

Molti locali e backpacker scelgono anche di fare un tuffo nell’oceano a Sliema. Questa parte della costa è caratterizzata da grandi pezzi di arenaria che si gettano nel mare ed è comune vedere gli amanti del sole che si riposano sulle rocce. In vari punti della costa si trovano anche ringhiere metalliche o gradini di pietra che scendono in acqua per i nuotatori, e persino delle vere e proprie “terme romane”, piscine artificiali ricavate dalla roccia.

Gli amanti dello shopping si sentiranno a casa a Sliema, dove l’offerta di negozi spazia dalle piccole boutique locali ai grandi marchi. Il maggior numero di opzioni si trova nella zona di Tigné Point e lungo Bisazza Street e Tower Road.

Gli amanti dell’arte contemporanea apprezzeranno anche la manciata di gallerie indipendenti di Sliema. Tra queste spicca la Lily Agius Gallery, che espone opere contemporanee di artisti maltesi e internazionali e ospita anche letture e sessioni di yoga. C’è anche l’intima Christine X Art Gallery, che si concentra su artisti emergenti.

In estate, il vostro viaggio deve coincidere con lo Sliema Art Festival, quando gli artisti di strada illuminano la città con opere dipinte su cartelloni giganti. Ci sono anche bancarelle di street food e set di musica dal vivo. Tutto l’anno, inoltre, è possibile ammirare gli stravaganti murales in tutta la zona.

Se vi piace stare sull’acqua, vale la pena di partecipare a uno dei tour in barca del Grand Harbour che partono da Sliema. È un po’ turistico, sì, ma non è da escludere: godrete di panorami mozzafiato e scoprirete la ricca storia di questa parte di Malta.

Dove mangiare a Sliema

A Sliema non soffrirete di certo la fame. Questa moderna fetta di Malta è una delizia per i buongustai, con locali alla moda che servono cucina globale e ristoranti più tradizionali.

Cercate i locali che servono piatti maltesi. Molti locali offrono questi piatti di degustazione come antipasto e di solito includono formaggio maltese, olive, pane e salsiccia, oltre a salsine come la bigilla, a base di fave.

L’accogliente bistrot Ta’Kris offre un gustoso piatto maltese e serve anche piatti base come i ravioli di ricotta maltesi (uno per le verdure), l’haruf il-forn (stinco d’agnello brasato al forno) e i bragioli, un piatto di carne di manzo farcito con altra carne macinata ed erbe, poi inzuppato in una ricca salsa di pomodoro.

Non riuscite a scegliere tra questi caffè sul lungomare? Optate per Mint, un’opzione luminosa e moderna che privilegia i prodotti locali e biologici. Aspettatevi piatti freschi presi in prestito da tutto il mondo, dalle insalate piene di verdure alla tagine marocchina.

Se siete alla ricerca di un pranzo o di uno spuntino al volo, Sliema è il posto giusto anche per lo street food internazionale. Una manciata di venditori popolari punteggia la città, tra cui l’amato carretto delle salsicce bavaresi (che fa quello che dice la scritta sulla scatola) e Krepree, che distribuisce crêpes dolci e salate.

Spesso indicata come la migliore pizzeria dell’isola, la Vecchia Napoli non vi deluderà di certo. La pizzeria si rifornisce di farina e mozzarella dall’Italia e il personale è stato formato sia a Napoli che a Milano. La loro specialità è il Calzone Capo di Monte, con prosciutto, crema di tartufo e quattro formaggi italiani.

I migliori ostelli a Sliema

Per quanto riguarda gli ostelli, Sliema è una delle zone migliori dell’isola. Le opzioni variano da alloggi boutique a luoghi più semplici a conduzione familiare. Inoltre, tendono a essere abbastanza tranquilli e rilassati: si tratta di ostelli in cui si può riposare la testa e stare con i compagni di viaggio, piuttosto che di luoghi di festa rauchi. Ma, data la vivace vita notturna di Sliema, questo non significa che dobbiate passare una notte tranquilla.

Una delle offerte più intelligenti di Sliema è il Two Pillows Boutique Hostel. Potete scegliere di soggiornare in uno dei dormitori ordinati o di concedervi una camera privata (sono decorate con arte astratta e mobili luminosi). Nonostante l’indubbia eleganza, l’ostello riesce a mantenere un’atmosfera rilassata. Immergetevi nell’atmosfera in una delle aree comuni, dalla lounge rilassata all’area barbecue all’aperto.

L’Hostel 94 è un’altra scelta moderna, con dormitori puliti e spaziosi, un solarium e una lounge. Ricavato da una casa a schiera, ha un’atmosfera un po’ più tranquilla rispetto al Two Pillows, ma il personale è sempre disponibile ad aiutarvi. È l’ideale per i viaggiatori che cercano un rifugio accogliente dal noto brusio di Sliema.

Non si può sbagliare nemmeno con il Granny’s Inn Hostel. Ottimo per i viaggiatori socievoli, l’ostello ha un tetto dove potrete trascorrere del tempo con altri backpacker e godervi un drink o un barbecue. Si trova inoltre a pochi passi dalle attrazioni di Sliema, e i murales e le piante in vaso sono un tocco di classe.

St Julian’s: la zona migliore per la vita notturna e per frequentare la gente alla moda

I nottambuli dovrebbero fare base a St Julian’s, una cittadina costiera situata proprio accanto a Sliema. Questa vivace fetta dell’isola è nota soprattutto per i suoi bar e locali notturni, che si trovano per lo più in un’area chiamata Paceville.

St. Julian’s è molto adatta anche ai viaggiatori: ci sono moltissimi posti dove alloggiare, ma è anche un luogo popolare per i locali che vogliono rilassarsi e godersi la vita notturna. Forse a causa dell’alta concentrazione di vacanzieri, la zona ha un’atmosfera contagiosa e allegra. Gli hotel extralusso condividono l’area con gli ostelli per backpacker, mentre i ristoranti spaziano dalle caffetterie alla moda ai locali più raffinati.

Anche gli amanti dell’acqua ameranno la posizione balneare di St Julian: la zona offre un assaggio della vita da spiaggia con il suo lungo lungomare e un’area sabbiosa artificiale molto apprezzata dai bagnanti. Pensate al sole, al mare e alla promessa di un cocktail al tramonto.

where to stay in malta - st julian's view of harbour with boats and promenade

Immagine di DorianPro

Cosa fare a St Julian’s

St Julian’s non è il luogo migliore per visitare la città. Ma ciò che manca alla zona in termini di attrazioni storiche e culturali, è più che compensato dai suoi locali notturni, dalla scena gastronomica e dalla sfilza di posti in riva al mare.

Uno dei luoghi preferiti per trascorrere un pomeriggio è St George’s Bay. Malta non è nota per le sue spiagge sabbiose, poiché la maggior parte della costa è costituita da litorali rocciosi, ma St George’s, costruita dall’uomo, è in controtendenza. La sua distesa di sabbia dorata attira nella zona turisti e studenti in cerca di sole, che si crogiolano sotto gli ombrelloni tra un tuffo e l’altro nel mare.

Come Sliema, anche St Julian’s si apprezza al meglio con una passeggiata lungo l’ampio lungomare che abbraccia la costa. Durante la passeggiata si possono osservare i luzzu, le tradizionali imbarcazioni da pesca maltesi, e gli sfarzosi yacht che evocano sogni di vita mondana.

Si può passeggiare fino a Spinola Bay, un’incantevole zona di St. Julian’s con ristoranti sul lungomare, illuminati da luci fiabesche e imbarcazioni galleggianti. Prendete un drink qui – è particolarmente bello di notte – o sedetevi su una delle tante panchine e rilassatevi un po’.

Qui vedrete anche molti viaggiatori che si raccolgono intorno alla Statua dell’Amore: grandi lettere di pietra che scandiscono la parola “LOVE” sulla riva del porto, è un punto di sosta per i viaggiatori zaino in spalla alla ricerca dello scatto perfetto per Instagram. Una delle opere architettoniche più belle di St Julian’s è il Palazzo Spinola, in stile barocco, che si trova nelle vicinanze.

Al calar del sole, dirigetevi verso Paceville, il luogo più frequentato dell’isola. Se siete amanti delle discoteche, lo Sky Club è uno dei locali più grandi di tutta Malta, con musica dance fino alle ore piccole e occasionalmente anche musica dal vivo. L’Havana 808, con i suoi set R&B e hip-hop, è un altro dei locali preferiti.

Preferite un bar? Ce ne sono molti anche a St. Julian’s. Tra i migliori ci sono l’informale pub Saddles, il cocktail bar The Thirsty Barber, in stile anni Venti, e il rilassatissimo Native Bar, che organizza anche lezioni gratuite di salsa.

Dove mangiare a St Julian’s

Se si considera l’enorme varietà di posti offerti, St Julian’s è uno dei luoghi migliori per cenare a Malta. Le strade sono piene di ristoranti, che si estendono sui marciapiedi e verso la riva del mare, e si può trovare di tutto, dalla cucina asiatica ai freschi piatti mediterranei.

Un’ottima opzione per il pranzo è l’elegante Carob Tree, nella zona di Spinola. Questa elegante food hall è preferita dai giovani locali in cerca di un pranzo veloce o di un posto dove incontrare gli amici. Tra le opzioni vi sono TukTuk, un moderno venditore di street-food dell’India del Sud che serve dosas e kati rolls, e Brass and Knuckle per hamburger e bistecche. Completate il tutto con un dolce da Ina’s dessert parlour (gelato artigianale e una vasta gamma di torte) e con la birra artigianale di Lot 61.

Cenare in riva al mare è un must a St Julian’s, ma la quantità di locali può rendere difficile la scelta. Il ristorante Gululu si trova proprio in riva al mare ed è uno dei migliori della zona. Si tratta di un locale economico che propone piatti tipici maltesi con un tocco di modernità. Assaggiate la pizza in stile maltese, il mizè caldo e freddo (la risposta maltese al mezze) o i primi piatti come il fenek moqli (coniglio fritto con aglio e timo). Se non c’è posto all’esterno, l’allegro interno è comunque uno spazio incantevole.

IlPiccolo Padre, vicino a Sliema, è un altro ottimo ristorante sull’acqua. Il menu è ricco di pasta e pizza appena sfornata, oltre ad alcuni classici maltesi come i bragioli.

Anche la cultura dei caffè di St Julian è viva e vegeta. Troverete molti locali al Café Ole, un’opzione senza fronzoli che serve un caffè decente, oltre a zuppe, ftira e torte. Crudo, in stile italiano, è un altro buon caffè che serve anche colazione, focacce e vino.

I migliori ostelli a St Julian’s

A St Julian’s troverete sicuramente un ottimo posto dove alloggiare. In questa zona c’è un’abbondanza di ostelli brillanti e la scelta spazia dalle boutique alla moda ai rifugi bohémien. Come a Sliema, gli ostelli qui hanno generalmente un’atmosfera rilassata, che apprezzerete dopo aver vissuto il trambusto di St Julian’s.

Una delle opzioni migliori è il Marco Polo Hostel, un’accogliente struttura ideale per incontrare altri viaggiatori, dove potrete scegliere tra un’elegante camera privata o un luminoso dormitorio. L’attrazione principale dell’ostello è la sua spaziosa terrazza sul tetto, completa di divani, panchine da picnic e piante in vaso: venite qui per un drink o per uno dei vivaci barbecue organizzati dall’ostello. Non mancate di partecipare alle gite di gruppo organizzate per gli ospiti, che vanno dai pub alle escursioni a Comino e Gozo. I ragazzi del Marco Polo possiedono anche l’Hostel Malti: questo posto ha un’atmosfera simile, con dormitori colorati, una terrazza sul tetto e persino una vasca idromassaggio.

L’Inhawi Hostel è un’altra base popolare per i backpacker. Questo ostello boutique è un po’ più tranquillo del Marco Polo, con una terrazza e persino una piscina perfetta per rilassarsi dopo una giornata di visite turistiche o prima di una serata a Paceville. I dormitori sono minimalisti ed eleganti, e potrete anche fare il pieno di colazione gratuita per iniziare la giornata.

Un altro rifugio rilassante è il Boho Hostel. Questo luogo, con il suo giardino e cortile lussureggianti e le accoglienti aree comuni, è un rifugio tranquillo dalla brulicante St Julian’s. Il personale cordiale può aiutarvi a pianificare il vostro itinerario maltese e organizza anche tour di gruppo e attività per incontrare altri viaggiatori. È un’ottima scelta per le farfalle sociali che apprezzano anche un po’ di tranquillità.

L’area di St Paul’s Bay: la zona migliore per le giornate in spiaggia e per esplorare il nord di Malta

Pochi backpacker si fermano in questa regione durante i loro viaggi, ma la zona di St Paul’s Bay è un’ottima base per esplorare il nord di Malta. Il nord di Malta offre alcune delle spiagge più belle dell’isola ed è anche più facile raggiungere le vicine isole di Comino e Gozo.

Il comune di St Paul’s Bay comprende la città di St Paul’s Bay e i villaggi adiacenti di Buġibba e Qawra, entrambi popolari tra i turisti. Mentre St Paul’s Bay è il lato più tranquillo, sia Buġibba che Qawra attirano molti viaggiatori con la loro atmosfera vivace e la pletora di caffè e ristoranti. Un lungomare lastricato collega le tre città, per cui, se lo si desidera, è possibile spostarsi da una all’altra.

Se cercate la storia e un senso preciso della cultura maltese, St Paul’s Bay potrebbe non essere all’altezza, ma se desiderate una vacanza all’insegna del benessere e dei buoni collegamenti con alcune delle attrazioni naturali di Malta, questa zona merita di essere presa in considerazione. Grazie a un’ottima rete di autobus, è facile andare oltre le città e scoprire altri angoli dell’isola.

Vale la pena notare che qui troverete più hotel che ostelli tradizionali, ma molti sono accessibili con un budget da backpacker.

where to stay in malta - st paul's bay area - beach view

Cosa fare nella zona di St Paul’s Bay

Questa zona è più orientata a far divertire i viaggiatori che a mostrare il patrimonio e la cultura, ma ci sono una manciata di luoghi storici da visitare se ne avete voglia. Il più interessante è la Torre di Wignacourt: un imponente forte del XVI secolo che offre una vista incredibile sulla baia. Per gli amanti della fauna selvatica, vale la pena visitare anche la Riserva Naturale di Salina: in questo luogo panoramico è possibile osservare una varietà di specie di uccelli che si divertono sulle saline.

Ta` Fra Ben Beach (nota anche come Qawra Point Beach) è la spiaggia più popolare di questa zona. Su questo tratto roccioso e ghiaioso si trovano sia i locali che i turisti e le acque generalmente calme la rendono un luogo perfetto per una nuotata. Se desiderate un’alternativa sabbiosa, c’è anche Buġibba Perched Beach. È vero che questa spiaggia è fatta di sabbia artificiale, ma è comunque un luogo pittoresco per un paio d’ore di tintarella.

Una volta esaurite le attrazioni e le sabbie nelle immediate vicinanze, approfittate degli ottimi collegamenti di trasporto e partite verso nord. Għadira Bay è facilmente raggiungibile in autobus da questa zona e, per un motivo, è una delle spiagge più popolari di Malta. Si tratta di una bella spiaggia sabbiosa con numerosi bar e caffetterie, dove si può anche praticare il kayak da mare o il windsurf; attenzione, però, perché può essere molto affollata. Anche la Riserva Naturale di Għadira è a pochi passi dalla spiaggia.

Chi cerca qualcosa di più tranquillo dovrebbe prendere l’autobus verso ovest per Għajn Tuffieħa, una località leggermente meno turistica, nota per la sua soffice sabbia rossastra e per i suoi tramonti epici. Qui sarete anche vicini alla più affollata ma altrettanto bella Golden Bay.

Per ammirare alcuni dei migliori panorami dell’isola, recatevi a Ras il-Qammieħ. È un po’ più complicato raggiungere questo punto panoramico, ma sarete ricompensati con una vista mozzafiato sul mare, resa ancora più bella dal sole che tramonta.

Luoghi in cui mangiare nell’area di St Paul’s Bay

A St Paul’s, Qawra e Buġibba prevalgono i ristoranti mediterranei e, in particolare, italiani, con l’aggiunta di qualche buon ristorante maltese. Sebbene qui si trovino molte trappole per turisti, ogni città ha anche la sua parte di delizie gastronomiche, se si sa dove cercare.

Il piccolo ristorante La Stalla rientra in quest’ultima categoria. Un ristorante mediterraneo senza fronzoli con prezzi ragionevoli, che serve pizza, pasta, frutti di mare e altro ancora. L’intimo ristorante Ta’ Bertu, invece, è nascosto dal lungomare e serve specialità maltesi come gli spaghetti al sugo di coniglio.

Se volete farvi un regalo, ci sono pochi posti più costosi che valgono il prezzo. Il Lovage Bistro, con il suo fresco menu di ispirazione mediterranea, è uno di questi. Scegliete tra petto d’anatra, branzino o polpettine di verdure e ceci.

Per i più golosi, Sottozero – The Gelato Factory è una delle gelaterie più popolari dell’isola. La gelateria produce gelato tradizionale all’italiana e la sua impressionante lista di gusti spazia dai frutti di bosco al Ferrero Rocher.

I migliori ostelli nella zona di St Paul’s Bay

A differenza di Sliema e St Julian’s, nella zona di St Paul’s Bay troverete molti meno ostelli per backpacker. Al loro posto, però, ci sono molti hotel e pensioni economiche che si adattano ai backpacker di passaggio. Le migliori opzioni in questa zona si trovano generalmente a Buġibba.

La scelta migliore è la Maltese Cross Guesthouse, situata a Buġibba. Sebbene le camere siano private, il tetto comune, l’area lounge e l’angolo cottura conferiscono un’atmosfera da ostello, e i padroni di casa si impegnano al massimo per far sentire i viaggiatori a proprio agio e benvenuti. Inoltre, vi troverete nel cuore della città e a pochi passi dal mare.

Un’altra scelta economica è il San Anton Hotel. Le camere sono sobrie ma confortevoli, con dettagli tradizionali, e in più c’è una piscina all’aperto, un solarium e un bar dove potrete scambiare consigli con gli altri viaggiatori.

Un po’ più costoso, ma una buona opzione se siete di passaggio, è il Buccaneers Boutique Guesthouse, sempre a Buġibba. Offre camere eleganti, una piscina e la colazione gratuita. Cercate anche le offerte periodiche che fanno scendere il prezzo.

Gozo: area bonus

Sebbene Gozo sia separata dall’isola principale di Malta, fa comunque parte dell’arcipelago maltese e la maggior parte dei viaggiatori zaino in spalla si prenderà il tempo di visitarla come parte del proprio viaggio. Gozo racchiude un sacco di attrazioni e un sacco di bellezze naturali nella sua piccola distesa e avrete bisogno di più di un giorno per conoscere l’isola.

È il luogo perfetto per tornare alla natura. Gozo vanta una costa stupefacente fatta di formazioni rocciose, grotte e spiagge sabbiose, e le sue zone rurali sono ricche di sentieri escursionistici.

Anche qui la vita scorre a un ritmo più lento. Gozo nel complesso è meno edificata dell’isola sorella Malta, il che significa che le sue spiagge sabbiose sono più tranquille e la campagna costellata di casali è incontaminata. C’è anche molta storia da scoprire, con le storie degli anni passati conservate in incredibili siti archeologici.

Gozo è anche un paradiso per i buongustai. Qui è tutto iper-locale, con molti dei piccoli produttori dell’isola che accolgono gli ospiti per vedere i loro processi tradizionali. I viaggiatori possono scoprire i produttori di olio d’oliva, ġbejniet (un formaggio prodotto con latte di pecora), sale e altro ancora.

Soggiornate a Gozo per un cambio di ritmo, un piacere per le papille gustative e un vero senso della tradizione.

where to stay in malta - gozo - rock formation by the sea

Immagine di JanneG

Cosa fare a Gozo

Per iniziare con un panorama epico di Gozo, recatevi alla baia di Dwejra. Una delle zone più drammatiche della costa, Dwejra è costituita da scogliere frastagliate e curiose formazioni rocciose. La famosa Finestra Azzurra è purtroppo crollata nel 2017, ma questa è ancora un’area di sorprendente bellezza naturale. La Fungus Rock, un’imponente formazione rocciosa in mare aperto, è particolarmente suggestiva, non da ultimo quando si staglia al tramonto.

Dwejra (e in particolare il Blue Hole) è anche un popolare sito di immersioni subacquee. Se le immersioni sono la vostra passione, altri punti di riferimento sono Reqqa Point e Billinghurst Cave.

Anche a Gozo i viaggiatori troveranno alcune delle migliori spiagge dell’arcipelago. Una delle preferite da sempre è Ramla l-Hamra, una splendida distesa arancione circondata da una campagna ondulata. Rimane completamente incontaminata e vede un numero di turisti di gran lunga inferiore rispetto alle spiagge più ricercate di Malta; le sue acque calme sono perfette per nuotare e fare snorkeling.

Purtroppo, la vicina Calypso Cave, che offre una vista mozzafiato sull’arenile, è attualmente vietata al pubblico. Se invece avete voglia di visitare una grotta di Gozo, dirigetevi verso la Ninu’s Cave nella cittadina rurale di ix-Xagħra (che merita di per sé una passeggiata). Passeggiate tra le caverne ammirando le stalattiti, le stalagmiti e le colonne naturali.

Un’altra cosa da non perdere sono i Templi di Ġgantija. Queste gigantesche strutture in pietra calcarea risalgono al 3000 a.C. e la leggenda vuole che siano state costruite da giganti. Molto probabilmente venivano utilizzati per rituali e cerimonie, e il coinvolgente Centro interpretativo aiuta ad aggiungere un contesto a queste meraviglie create dall’uomo.

Vale la pena visitare anche il bellissimo arazzo di saline sulla costa settentrionale di Gozo. Venite in estate e probabilmente vedrete i lavoratori locali che raccolgono il sale.

Gozo è anche il luogo ideale per gli amanti dell’avventura all’aria aperta: fate una passeggiata a cavallo attraverso la campagna, andate in kayak nelle tranquille baie di Gozo (consultate il tour operator Kayak Gozo) o scoprite i punti caldi dell’arrampicata lungo la costa rocciosa dell’isola.

Durante il soggiorno a Gozo, molti viaggiatori si recano anche a Comino, un’altra isola maltese. I traghetti partono dal porto di Mġarr di Gozo e il punto forte di Comino è la splendida Laguna Blu, una spiaggia mozzafiato con sabbie bianche e acque turchesi.

Dove mangiare a Gozo

A Gozo il cibo è un’esperienza. Ci sono molti ristoranti tradizionali, dove potrete assaggiare le prelibatezze locali e i prodotti freschi, ma il miglior assaggio dell’incredibile scena gastronomica dell’isola lo avrete visitando le fattorie e i produttori locali.

I gozitani sono fieramente orgogliosi dei loro prodotti: la gente del posto produce prodotti come pomodori secchi e olio d’oliva, formaggi e chutney. Tra i prodotti da provare assolutamente ci sono gli ġbejniet (o cheeselets) serviti morbidi così come sono o induriti con erbe, sale e/o pepe.

Una bella esperienza agrituristica è la visita alla bellissima tenuta Ta’ Mena, che produce vino, olio d’oliva, pomodori secchi, marmellate e altro ancora. È possibile partecipare a visite guidate e degustazioni, oltre a divertenti attività come i barbecue estivi e le serate a base di pizza. Gli splendidi vigneti, gli uliveti e la vista sulla Valle di Marsalforn sono un’attrazione in sé.

Come a Malta, anche su quest’isola troverete molti dolci, tra cui i famosi pastizzi. Molti piatti utilizzano anche il coniglio e i meravigliosi frutti di mare di Goza, mentre abbondano i piatti vegani in stile mediterraneo.

Uno dei ristoranti più rinomati dell’isola è il Tmun Mgarr. Non è il posto più economico, ma non è nemmeno una spesa eccessiva, e il ristorante è giustamente apprezzato per i suoi ottimi piatti di pesce.

Ta’ Rikardu, invece, è immerso in uno spazio rustico (mattoni a vista e tavoli in legno) e il proprietario produce il proprio formaggio e vino. Scegliete il piatto di formaggi, olive e altro per un perfetto assaggio di Gozo.

Gli enofili devono assolutamente assaggiare il vino di Gozo. Visitate la Massar Winery, una splendida tenuta boutique che offre ai visitatori tour e degustazioni. Anche gli amanti della birra non rimarranno delusi: l’artigianale Lord Chambray è un microbirrificio che offre anche tour e degustazioni.

I migliori ostelli di Gozo

Gozo offre numerose opzioni di alloggio perfette per i viaggiatori zaino in spalla. In linea con l’isola stessa, gli alloggi tendono a essere rilassati, con molti posti per godersi il sole di Gozo. Scegliete tra ostelli bohémien e pensioni rustiche, tutti con prezzi accessibili.

Il Santa Martha Hostel è uno dei principali ostelli per backpacker dell’isola. È essenziale ma super confortevole, con camere private e colazione gratuita. Le ariose aree comuni sono il luogo ideale per sfuggire al caldo di Gozo.

Anche ilPrisca’s Place Gozo è un’ottima opzione. Si trova nel centro storico di Victoria, la capitale storica di Gozo, ed è facile raggiungere a piedi le principali attrazioni, bar e ristoranti della zona. L’ostello è poco appariscente dall’esterno, ma pulito e luminoso all’interno, con un paio di dormitori da sei letti. Al mattino, potrete riunirvi nella cucina comune e pianificare il vostro itinerario con i vostri compagni di stanza.

Chi desidera un po’ più di privacy amerà anche la Lantern Guesthouse. Si trova nella pittoresca Marsalforn, una destinazione popolare per i maltesi e i gozitani durante le loro vacanze estive. È a conduzione familiare e i padroni di casa vi faranno sentire come a casa vostra fin dall’inizio, offrendovi consigli per esplorare Gozo, oltre ai pasti se li desiderate. L’intero alloggio vi farà sentire come a casa vostra, con tocchi come cuscini colorati, opere d’arte e accoglienti tappeti a fantasia. Tutte le camere sono private.

Ci auguriamo che questa guida vi abbia ispirato a esplorare questo arcipelago spesso sottovalutato e che vi abbia aiutato a scoprire il posto perfetto dove accamparvi. Che siate alla ricerca di un rifugio sulla spiaggia, di una fuga per i buongustai o di un viaggio ricco di storia, troverete sicuramente il vostro angolo ideale di quest’isola del Mediterraneo. Consultate la nostra lista completa di ostelli a Malta e iniziate a pianificare il vostro viaggio.

Se avete soggiornato in uno dei quartieri da noi consigliati o se conoscete un’altra zona da non perdere, fatecelo sapere nei commenti qui sotto. E, naturalmente, buon viaggio!

Informazioni sull’autore:

Jacqui è una scrittrice e redattrice di viaggi freelance. Quando non è in viaggio, la troverete a mangiare a nord di Londra o a seguire i cani a Hampstead Heath. Seguite le sue avventure negli Stati Uniti, in Europa e oltre su Instagram e Twitter

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto