Dove alloggiare a San Francisco: una guida di quartiere

Language Specific Image

Dai quartieri dello shopping di classe mondiale ai punti di interesse culturale o alle imperdibili destinazioni culinarie, San Francisco ha un quartiere perfetto per ogni tipo di viaggiatore. Se state cercando la zona migliore in cui soggiornare a San Francisco, continuate a leggere la nostra guida definitiva ai quartieri di San Francisco.

San Francisco è una delle mie città americane preferite in assoluto, con vibrazioni rilassanti, un’incredibile scena gastronomica, bar e club per ogni tipo di serata, designer di alto livello e boutique locali, oltre a essere circondata da panorami ed escursioni di altissimo livello di cui gli amanti della natura si innamoreranno. San Francisco è davvero una città a tutto tondo!

Il centro della città è composto da un sacco di quartieri diversi con vibrazioni distinte, dall’elegantissimo Nob Hill al Castro, che si adatta all’arcobaleno, o alla vivace vita notturna di SOMA, con in mezzo paradisi tecnologici e ritrovi hipster.

Famosa per la sua diversità, girando per i sobborghi della città può sembrare di essere in un paese completamente diverso. Chinatown, Japantown, North Beach (Little Italy), Mission District (il cuore della comunità latina) e Little Saigon sono tutti raggiungibili a piedi, quindi è facile smaltire i ravioli, la pasta, il sushi, i burritos o il pho appena mangiati. Assicuratevi di mettere in valigia pantaloni elastici!

Sia gli hippy originali che gli hipster della nuova generazione ameranno le strade colorate di Haight-Ashbury, con le sue famose Painted Ladies (una fila di case meravigliosamente luminose), le vibrazioni della Summer of Love, i ristoranti eclettici e i divertenti negozi vintage. Gli amanti dello shopping non potranno fare a meno di visitare la vivace Union Square, che ospita migliaia di negozi per tutte le tasche, numerosi ristoranti e si trova vicino al quartiere dei teatri. Fisherman’s Wharf è una delle principali destinazioni turistiche che ospita simpaticissimi leoni marini, delizioso pane a lievitazione naturale e la classica zuppa di pesce. Gnam!

where to stay in san francisco, row of houses in street in san francisco

📷 @aaronkato

Con solo 880.000 abitanti, questo gioiello della California settentrionale si estende per circa 49 miglia quadrate, quindi è piuttosto compatto rispetto ad alcune grandi città degli Stati Uniti. Se da un lato questo significa una maggiore densità di popolazione, dall’altro significa che è più facile spostarsi. Una delle cose più belle di questa città è che la maggior parte delle attrazioni principali sono facilmente raggiungibili a piedi, con meno di due miglia tra Little Italy, Fisherman’s Wharf, Chinatown e Union Square, con un sacco di altri luoghi imperdibili nel mezzo.

Se avete fretta o volete semplicemente riposare i piedi, il sistema di trasporto pubblico è stato progettato pensando ai visitatori, quindi è facilissimo da usare. È possibile acquistare il Muni Passport per 1, 3 o 7 giorni, che dà accesso ad autobus, funivie e carrelli, oppure acquistare un biglietto per ogni corsa. A San Francisco è possibile noleggiare anche gli scooter elettrici Skip and Scoot o le biciclette elettriche JUMP, ma ricordate che il casco è obbligatorio e che si può circolare solo su strada o sulle piste ciclabili.

Quando ne avete abbastanza del vivace centro città, l’aria fresca e l’esercizio fisico non sono troppo lontani. Attraversare il Golden Gate Bridge in bicicletta è una tappa obbligata per ogni viaggiatore, e nelle vicinanze si trovano i sentieri del Presidio, se si vuole fare un po’ di esercizio in più, o il Golden Gate Park, se invece ci si vuole rilassare. Twin Peaks e Mount Davidson sono altre due passeggiate che non possono mancare nella lista degli escursionisti.

Ci sono troppi mini villaggi a San Francisco e ci vorrebbero ore per leggerli tutti, quindi ho scelto quattro luoghi chiave perfetti per chi viaggia con lo zaino in spalla. Ecco le quattro migliori aree in cui soggiornare a San Francisco.

where to stay in san francisco, coit tower from above

📷 @sanfrancisco

Vai direttamente a:

Fisherman’s Wharf: la zona migliore in cui soggiornare a San Francisco per completare la lista delle cose da fare

  1. Cosa fare a Fisherman’s Wharf
  2. Dove mangiare a Fisherman’s Wharf
  3. I migliori ostelli a Fisherman’s Wharf

Union Square: la migliore zona di San Francisco per gli amanti dello shopping

  1. Cosa fare a Union Square
  2. Dove mangiare a Union Square
  3. I migliori ostelli di Union Square

Chinatown: la migliore zona di San Francisco per i buongustai

  1. Cosa fare a Chinatown
  2. Dove mangiare a Chinatown
  3. I migliori ostelli di Chinatown

North Beach: la zona migliore dove soggiornare a San Francisco per una vita rilassata

  1. Cosa fare a North Beach
  2. Dove mangiare a North Beach
  3. I migliori ostelli di North Beach

1. Fisherman’s Wharf: la zona migliore in cui soggiornare a San Francisco per completare la lista delle cose da fare

Questo storico porto di pescatori trasformato in punto di riferimento turistico è una tappa obbligata per ogni viaggiatore che si reca a San Francisco. Siamo realisti, è un luogo affollato, ma tra le migliaia di visitatori troverete panetterie fresche che vendono un delizioso lievito madre, barche che offrono tour della baia o di Alcatraz e persino leoni marini che si crogiolano al sole al porto.

È accessibile da qualsiasi punto della città, a piedi o con la funivia, e si può esplorare facilmente in poche ore, più un’altra o due ore se si vuole mangiare seduti. Recatevi al Pier 47’s Fish Alley di prima mattina per vedere i pescatori portare il pescato del giorno, poi optate per un pranzo a base di pesce fresco per assaggiare le famose prelibatezze di San Francisco come la zuppa di vongole in una ciotola di lievito madre. Se avete un budget limitato, troverete piatti più economici (ma sempre freschi!) nelle bancarelle lungo il marciapiede. Oltre a mangiare intorno al molo, ci sono molte cose da fare e da vedere in questo luogo sul lungomare. Fate scorta di souvenir pacchiani ma unici per i nipoti a casa in uno delle centinaia di negozi di souvenir, osservate gli artisti di strada o prendete un traghetto per attraversare la baia.

where to stay in san francisco, fishermans wharf san francisco sign

📷 @iago_godoy

Cosa fare a Fisherman’s Wharf

Il Pier 39 e i suoi dintorni sono un classico luogo turistico, con strade affollate e ricche di intrattenimenti, ristoranti, negozi e attività. Vi consigliamo di iniziare la giornata presto, di arrivare prima che il resto della città si svegli e di prendere aria fresca con una passeggiata intorno al porto. È un luogo straordinario per l’alba!

Fish Alley al Pier 47 è un luogo fantastico per assaporare la San Francisco della vecchia scuola, dove i pescatori locali scaricano il loro bottino ogni mattina presto, proprio come hanno fatto negli ultimi 100 anni. Se la vostra avventura a San Francisco si svolge a novembre, potreste anche assistere ai festeggiamenti che circondano l’inizio della stagione dei granchi Dungeness, in cui le bancarelle di frutti di mare accendono i loro calderoni in attesa che il primo granchio venga scaricato.

Per quanto riguarda le attrazioni e le attività, Fisherman’s Wharf ne è pieno, dalle escape room ai musei delle cere, dalle navi da guerra storiche ai centri scientifici. Alcatraz: The Breakout è un’attività di gruppo molto divertente, perfetta per un gruppo di compagni di viaggio o di ostello per tentare la fortuna di evadere dalla mitica prigione. C’è anche il San Francisco Dungeon per dare un’occhiata al passato oscuro della città e il National Maritime Museum sul molo di Hyde Street.

where to stay in san francisco, men playing instruments at ferry building marketplace

📷 @frantic

Se volete fare una crociera nella baia di San Francisco, Fisherman’s Wharf è il luogo perfetto per iniziare. Per gli amanti delle gite giornaliere che vogliono sfuggire al trambusto della grande città, ci sono traghetti che vi porteranno in altre zone più tranquille della Bay Area, come Oakland o Sausalito. Gli amanti della natura possono fare una gita in barca ad Angel Island, un parco statale della California che vanta sentieri per escursioni a piedi e in bicicletta, oltre a tour storici sull’ex stazione di immigrazione.

Anche i traghetti per l’isola più famosa di San Francisco, Alcatraz, partono da Fisherman’s Wharf. Alcatraz è una tappa obbligata per chi visita San Francisco e vi consiglio di dedicare almeno mezza giornata per esplorare l’inquietante isola. Volete solo passare un po’ di tempo in acqua senza una meta particolare in mente? Al Fisherman’s Wharf ci sono molte crociere sulla baia che vi porteranno sotto il Golden Gate Bridge, a tutte le ore del giorno.

where to stay in san francisco, view of the golden gate bridge

📷 @ericjamesward

Dove mangiare a Fisherman’s Wharf

Che ne dite di tutto il molo?! Questo posto è il paradiso dei buongustai, soprattutto se siete amanti dei frutti di mare, del pane, del cioccolato o di tutte queste cose. I prezzi qui sono generalmente più alti rispetto al resto della città, ma per un classico pasto a base di frutti di mare freschi di mare ne vale la pena.

Cominciamo con una prelibatezza locale, il granchio Dungeness. Jefferson Street ospita un’infinità di bancarelle che vendono granchio fresco a prezzi davvero decenti, ma preparatevi a fare lunghe file. Se volete concedervi un pasto di lusso, Scoma’s prepara granchi freschissimi pescati dal proprio peschereccio dal 1965 e il personale è composto da gente del posto con un sacco di consigli da condividere per il vostro viaggio a San Francisco.

Per un pasto piacevole che sia allo stesso tempo delizioso ed ecologico, Fog Harbour è il primo ristorante di San Francisco a servire un menu 100% sostenibile, approvato dal team di conservazione del vicino Aquarium of the Bay.

Per qualcosa di meno pescoso, Fisherman’s Wharf è anche uno dei migliori ristoranti per il miglior pane a lievitazione naturale del pianeta. Se vi sentite degli intenditori di pasta, amerete la rinomata ricetta di Boudin, che viene preparata dal lontano 1849. Osservate i panettieri al lavoro attraverso un’enorme vetrata, con tanto di sistema di interfono per chiedere e ottenere risposta a qualsiasi domanda sul processo di produzione del pane. Poi prendete il pane (letteralmente), scegliete di sedervi nella caffetteria informale o nel ristorante di classe in cima, con una vista epica sulla baia, e gustate il sapore sempre leggero del lievito madre fresco.

Dopo tutto questo, è sicuramente arrivato il momento del dessert Negli Stati Uniti non mancano mai le opzioni per i dolci, ma a Fisherman’s Wharf c’è un posto davvero speciale… Ghirardelli Square! Un tempo enorme fabbrica di cioccolato per i famosi cioccolatieri Ghirardelli, la piazza ospita oggi una cioccolateria con annessa gelateria e un paio di altri ristoranti.

Sebbene i cioccolatini Ghirardelli si possano trovare nei supermercati di tutta la città, per qualche motivo tutti noi amiamo acquistare i prodotti dal negozio originale, come se questo li rendesse più buoni (attenzione: non è così). Ghirardelli distribuisce gustosi campioni gratuiti a tutti i clienti, quindi è il luogo ideale per una sosta tra un pasto e l’altro se si desidera una carica di zuccheri, mentre la gelateria, pur essendo costosa, offre coppe e coni cremosi e cioccolatosi.

I migliori ostelli a Fisherman’s Wharf

Dopo una giornata di duro lavoro, in cui avete mangiato un sacco di cibo e vi siete fatti strada tra la folla, avrete bisogno di un posto vicino a voi per riposare la testa, i piedi e la pancia. Entrate in HI Fisherman’s Wharf

Situato nel bel mezzo del Fort Mason Center, a pochi passi dal Pier 39, l’HI Fisherman’s Wharf è il luogo ideale dove soggiornare se volete essere vicini al trambusto dei moli e ai numerosi sentieri per passeggiate sul mare.

where to stay in san francisco, people sitting at a table in a cafe chatting

Con ristoranti, bar e caffetterie che circondano l’ostello su tutti i lati, non sarete mai lasciati affamati, e c’è anche la colazione gratuita, oltre a strutture di self-catering se il vostro portafoglio ha bisogno di una pausa dai prezzi del cibo turistico.

L’ostello dispone di connessione Wi-Fi gratuita, di una sala cinematografica, di un solarium per godersi i raggi del pomeriggio e di un’accogliente sala con stufa a gas per le notti invernali.

Se volete divertirvi un po’ in città, l’HI Fisherman’s Wharf offre anche pub crawl, tour a piedi, visite ai musei e può aiutarvi a trovare una bicicletta da noleggiare se attraversare il Golden Gate Bridge è nella vostra lista di cose da fare.

L’ostello dispone di un parcheggio gratuito, ideale per un viaggio in California e molto, molto difficile da trovare in questa città piena di traffico. È facile da raggiungere dall’aeroporto e l’ostello dispone anche di strutture per ospiti disabili.

L’HI Fisherman’s Wharf offre il meglio di entrambi i mondi, grazie al mix perfetto tra la vicinanza a un centro turistico e la presenza di un vasto parco con vista sulla baia.

2. Union Square: la zona migliore in cui soggiornare a San Francisco per gli amanti dello shopping

Ciao, sono Alexx e sono una fanatica dello shopping. Se mi date la possibilità di scegliere dove alloggiare in qualsiasi città, opterò per l’ostello che si trova proprio tra i grandi magazzini, le boutique locali e gli outlet, nonostante abbia un budget limitato.

Non c’è quindi da sorprendersi se durante la mia ultima visita a San Francisco ho scelto di riposare la testa (e le borse della spesa) nel bel mezzo del miglior quartiere dello shopping della città, e probabilmente uno dei migliori al mondo. E prima che me lo chiediate, sì, ho dovuto indossare più strati di vestiti sull’aereo per evitare le spese extra per i bagagli.

Union Square è piena di negozi per tutte le tasche, da quella dei backpacker a quella dei ballerini, e in più ci sono teatri, ristoranti, eventi durante tutto l’anno e cocktail bar di classe. Se vi avventurate un po’ più lontano dalla piazza, raggiungerete SOMA e il suo Museo d’Arte Moderna, Chinatown, il Financial District e il Civic Center, sede dell’iconico Municipio.

Union Square e i quartieri limitrofi sono facilmente visitabili a piedi, quindi indossate scarpe comode e andate in giro. Passeggiate per le vie dello shopping e trovate un affare o cinque, poi fate un salto in un ristorante informale per pranzare e osservare la gente.

Se desiderate un’attività che vi tenga occupati e lontani dalle tentazioni dei rivenditori, potete visitare uno dei musei, delle gallerie o dei teatri nelle vicinanze, oppure sorseggiare un cocktail di lusso in un sofisticato speakeasy uscito dagli anni Venti.

where to stay in san francisco, man in patagonia gap taking a picture

📷 @timberfoster

Cosa fare a Union Square

Indipendentemente da quanto denaro o spazio nel bagaglio abbiate (lasciatemi indovinare, nessuno dei due?), i negozi di Union Square devono essere visti per essere creduti. Dai grandi magazzini come Macy’s, Bloomingdale’s e Nordstrom, ai mega centri commerciali che ospitano tutti i rivenditori classici come Abercrombie & Fitch, Banana Republic e Victoria’s Secret, fino ai flagship store di eleganti stilisti e gioiellieri come Tiffany’s o Louis Vuitton, queste strade sono piene di opportunità per spendere tutti i vostri soldi. Se è il momento di rinnovare il guardaroba, vale la pena di visitare l’enorme centro commerciale Westfield, a soli tre minuti di distanza in Market Street, dove potrete visitare i negozi di abbigliamento di tutti gli Stati Uniti senza dover aumentare il limite della vostra carta di credito.

L’estate a Union Square è ricca di eventi pubblici, come pop-up di moda, film all’aperto, food truck e sessioni di musica, e se vi recate in visita durante le festività natalizie avrete di che divertirvi. Con un’enorme pista di pattinaggio sul ghiaccio, vetrine, alberi di Natale scintillanti e uno dei migliori takeover festivi da Macy’s, Union Square a dicembre è assolutamente magica.

Per chi preferisce acquistare esperienze piuttosto che cose, Union Square è il posto giusto! I fanatici del teatro devono visitare l’American Conservatory Theater, un teatro storico trasformato in scuola di recitazione con spettacoli di altissimo livello che vi lasceranno a bocca aperta.

I musei sono più il vostro genere? Visitate il San Francisco Museum of Modern Art, che ha riaperto nel 2016 dopo una ristrutturazione di tre anni che ne ha triplicato le dimensioni. E per un tipo di museo completamente diverso, fate un salto al caleidoscopico Museum of Ice Cream, un’esperienza immersiva e sensoriale difficile da spiegare e che si capisce meglio visitando di persona. Diciamo solo che comprende installazioni che includono uno scivolo in una piscina piena di zuccherini, le stanze più Instagrammabili che abbiate mai visto e, naturalmente, il GELATO. Vi consigliamo l’Ape Regina, un gelato al miele con caramelle mou inglesi, nido d’ape ricoperto di cioccolato e mandorle. Divino.

where to stay in san francisco, two trams in the city

📷 @pixeldan

Dove mangiare a Union Square

La scena gastronomica intorno a Union Square è in pieno fermento, e anche la scena del bere non delude.

Per mangiare al bar senza spendere troppo, il Golden Gate Tap Room è uno dei nostri preferiti. È l’ideale per i viaggiatori che vogliono nascondersi dai negozi, grazie alle partite di sport in diretta trasmesse dai 20 televisori del bar, alle oltre 100 birre tra cui scegliere e ai giochi arcade come skee-ball, shuffleboard e biliardo.

IlPinecrest Diner è un’altra classica trattoria americana se volete riposare i piedi con un hamburger, patatine fritte e un frullato, ed è aperto 24 ore, perfetto per un pasto dopo la discoteca.

Union Square ospita anche alcune delizie culinarie globali, se volete dare un po’ di pepe alla vostra vita. Tacorea vende cibo fusion messicano-coreano, Shalimar Restaurant è un ristorante indiano-pakistano con uno dei migliori curry tikka masala della città e Kin Khao vanta una stella Michelin per i suoi piatti thailandesi freschi e autentici.

Sebbene molti dei ristoranti vicino a Union Square siano rivolti a redditi più alti di quelli di noi viaggiatori, c’è qualche discreto ristorante economico per soddisfare qualsiasi viaggiatore affamato (e povero!) nel Tenderloin, un quartiere proprio accanto a Union Square che ha un fantastico cibo economico ma una reputazione non proprio fantastica. Negli anni passati è stato noto per il tasso di criminalità, lo spaccio di droga e i senzatetto, e vi consiglio di evitare di girare per la zona a tarda notte o se siete da soli, ma durante il giorno o se siete in gruppo è meno probabile che veniate importunati. Se vi avventurate nel Tenderloin, alcuni dei migliori locali economici sono Lers Ros, un ristorante thailandese ultra piccante, Mensho Tokyo, che offre un ramen per il quale vale assolutamente la pena fare la fila, e Jane on Larkin, una panetteria specializzata in toast con condimenti fantasiosi!

Dopo una dura giornata di shopping, vi meriterete sicuramente un drink o cinque. Il Nite Cap è una bettola di classe (se esiste) che offre birra a buon mercato e partite di sport locali in TV, mentre il Whitechapel è un gin bar di ispirazione londinese con oltre 400 gin tra cui scegliere, oltre a una ricca cucina da pub e curry.

Per un cocktail da leccarsi i baffi si può visitare Rye nel Tenderloin, Pacific Cocktail Haven per un tocco tropicale, o Wilson and Wilson speakeasy, dove si entra da un bagno se si ha la fortuna di conoscere la password.

I migliori ostelli di Union Square

Situato proprio tra Union Square e il Tenderloin, l’USA Hostels San Francisco è uno degli ostelli più attrezzati della città. Con dormitori misti e per sole donne, oltre a camere private con bagno in comune o in camera, ce n’è per tutti i gusti.

where to stay in san francisco, group of people sitting in usa hostels san francisco

Alloggiando presso gli USA Hostels SF, potrete contare su letti a baldacchino super comodi, che vi garantiranno un sonno decente. Il letto è dotato di una luce per la lettura, di una mensola e di una presa di corrente per assicurarsi di essere completamente carichi per il giorno successivo di esplorazione, e ci sono armadietti per lo zaino con porte di alimentazione extra all’interno.

Le camere private sono particolarmente eleganti e dispongono di TV via cavo, frigorifero e microonde. Obiettivo dell’ostello!

La colazione è inclusa, con frutta, dolci da forno e pancake e condimenti a volontà, e le cene in ostello sono gratuite il lunedì e il venerdì, oltre a una cucina completa per cucinare da soli tutte le altre sere della settimana.

L’ostello è molto sociale e offre numerose opportunità di fare amicizia con altri viaggiatori, sia nella sala giochi che nella sala relax, nella sala lettura o nello studio di yoga.

Volete qualche suggerimento per esplorare la città? L’ostello organizza tour gratuiti a piedi e nei pub, oppure può aiutarvi a noleggiare biciclette o a organizzare escursioni nei sentieri naturali della città.

3. Chinatown: la migliore zona di San Francisco per i buongustai

Essendo la più grande comunità cinese al di fuori dell’Asia, si potrebbe dimenticare di essere negli Stati Uniti quando si mette piede nella Chinatown di San Francisco. È la più antica del Nord America e la più grande Chinatown del mondo, composta da 24 isolati pieni zeppi di ristoranti dim sum, case da tè, negozi etnici, bar karaoke e persino una fabbrica nascosta di biscotti della fortuna.

Oltre al fatto che i ravioli sono i preferiti dai viaggiatori, Chinatown vi piacerà anche per i suoi prezzi più convenienti rispetto al resto della città. Troverete pasti a buffet illimitati a meno di un antipasto di una catena di ristoranti al Pier 39, e se siete davvero a corto di soldi potrete fare scorta di prodotti freschi e ingredienti asiatici in uno dei negozi di alimentari cinesi.

Grant Avenue è il tratto principale di Chinatown, con l’inizio della sottocittà segnato da una via d’ingresso piastrellata di smeraldo chiamata Dragon’s Gate. Passeggiando lungo questa strada troverete deliziosi ristoranti autentici e negozi esotici probabilmente affollati di turisti, ma per un’esperienza veramente locale fate un salto a Stockton Street, che corre parallela a Grant, un po’ fuori dai sentieri battuti, con prezzi più bassi e meno gente. Forse non sentirete o leggerete molto inglese in questa parte del quartiere, ma accettatelo e godetevi la sensazione di esservi teletrasportati in un altro continente.

Dopo aver fatto il pieno di dim sum, vi consiglio di partecipare a un tour gratuito a piedi per scoprire alcune gemme nascoste e conoscere la storia cinese della città. Ogni anno Chinatown è visitata da un numero maggiore di persone rispetto al Golden Gate Bridge, e presto scoprirete perché!

where to stay in san francisco, graffiti in china town

📷 @edusantos

Cosa fare a Chinatown

Mangiate, mangiate, mangiate! Approfittate del fatto che siete arrivati in Asia senza un solo volo e mangiate in questo storico quartiere. Vi spiegherò meglio dove e cosa mangiare in seguito.

Al di fuori dell’orario dei pasti, Chinatown è ancora un luogo epico in cui ronzano negozianti, avventori e visitatori tutto il giorno, tutti i giorni. Per un po’ di tranquillità, visitate il tempio taoista di Tin How, costruito a metà del XIX secolo e uno dei templi cinesi più antichi degli Stati Uniti. Si noti che si tratta di un tempio ancora in funzione, quindi è ovvio che la visita deve essere rispettosa.

Gli appassionati di storia e cultura dovrebbero aggiungere alla loro lista di cose da fare a Chinatown la Chinese Historical Society, un museo che ospita mostre sul passato cinese di San Francisco. Se volete conoscere la medicina orientale, ci sono molte erboristerie e farmacie che offrono una vasta gamma di erbe cinesi e possono consigliare qualcosa da provare per qualsiasi disturbo. Prendete un po’ di ginseng da Hop Hing Ginseng Company e vi sentirete immediatamente rinvigoriti, garantito.

where to stay in san francisco, chinese gate in china town

📷 @ffkae

Se il vostro viaggio coincide con il Capodanno lunare (fine gennaio-inizio febbraio), allora aspettatevi di essere stupiti dalla più grande celebrazione del Capodanno cinese al di fuori dell’Asia. Ci saranno parate, danzatori, carri, fuochi d’artificio, artisti musicali e persino un concorso di bellezza di Miss Chinatown! Le celebrazioni del Capodanno cinese di San Francisco si svolgono dal lontano 1860, quindi potete essere certi che sanno cosa stanno facendo.

Per qualcosa di diverso, ci sono molte case da tè che offrono una vasta gamma di varietà di tè, dalle erbe al nero, dal matcha all’oolong e tutto ciò che sta in mezzo. Vital Tea Leaf è uno dei locali preferiti e offre degustazioni di tè in cui potrete vedere la corretta preparazione di un autentico tè cinese, mentre il personale super competente vi aiuterà a trovare la vostra tazza perfetta.

Siete stanchi dopo tutta questa esplorazione? Ci sono saloni di bellezza sparsi in tutto il sobborgo che offrono i più economici massaggi a piedi, collo e testa della città.

Dove mangiare a Chinatown

La domanda più appropriata sarebbe cosa non mangiare a Chinatown. Sede probabilmente della migliore e più autentica cucina cinese al di fuori dell’Asia, vi consigliamo di inserire almeno un paio di pasti diversi qui durante la vostra avventura a San Francisco.

Chi preferisce il lato più piccante della vita si innamorerà di Chong Qing Xiao Mian, una casa di noodle particolarmente famosa per i suoi noodle freddi in stile Sichuan e nominata come uno dei migliori ristoranti asiatici della città.

Se siete in missione di viaggio ma avete bisogno di un po’ di carburante per andare avanti, dite nǐ hǎo alla Good Mong Kok Bakery che vi preparerà una piccola scatola di dim sum da portare via. Assicuratevi di prendere i char siu bao (panini di maiale), gli har gow (fagottini di gamberi) e le autentiche crostatine di uova di Hong Kong. Le file sono lunghe per un motivo, il personale è notoriamente impaziente, ma il cibo ne vale la pena al 100%. Magari scendete a Portsmouth Square per cercare di trovare un posto per il picnic sull’erba tra gli allenamenti quotidiani di tai chi della gente del posto.

Per un’esperienza di dim sum seduti non si può non andare al Great Eastern, il locale preferito da Barack Obama, dove si può scegliere tra oltre 80 dim sum. Tra i piatti più consigliati ci sono gli xiao long bao, ovvero i fagottini di zuppa, e gli involtini di alghe fritti con pesce. Per concludere il pasto, il pudding al mango o le palline di sesamo nero come dessert.

Sam Wo è un altro locale che vale la pena aggiungere alla lista se siete nottambuli, poiché serve alcuni dei porridge cinesi più amati della città fino alle 4 del mattino nei fine settimana.

Se volete mangiare qualcosa di più strano, provate la Golden Gate Fortune Cookie Factory con i suoi biscotti dai mille gusti, il Begoni Bistro per la fusione franco-cinese (e un’anatra alla pechinese davvero deliziosa), il Far East Cafe per i sapori genuini della Cina abbinati ai frutti di mare locali di San Francisco e il Ming Lee Trading, un negozio di snack e caramelle pieno di dolcetti cinesi confezionati.

Per un aperitivo, visitate il secondo piano del China Livee date un’occhiata al Cold Drinks, un cocktail bar di classe. Se siete nei paraggi a febbraio, hanno anche un menu dedicato al Capodanno cinese con 12 cocktail a tema!

where to stay in san francisco, man walking by graffiti in china town

📷 @lisa_h

I migliori ostelli a Chinatown

Gli alloggi di Chinatown sono praticamente riservati ai cinesi del posto, ma c’è una fantastica scelta di alloggio proprio alla periferia del quartiere e proprio di fronte alla Porta del Drago: l’Urban Hotel.

Con camere singole, doppie o dormitori tra cui scegliere, bagni in comune, postazioni di lavoro nelle camere private e panche per computer nell’area comune, questo posto è un ostello/albergo ibrido, ideale per chi vuole stare in mezzo all’azione ma con una casa confortevole dove tornare alla fine della giornata.

A pochi passi da Union Square e dal Financial District, avrete a disposizione un’ampia scelta di ristoranti economici, negozi e locali notturni a portata di mano. Vi consiglio di fare un salto al Café de la Presse, dall’altra parte della strada, per un ottimo caffè e croissant freschi se volete fare una pausa dalla cucina asiatica.

Soggiornare proprio vicino a Chinatown significa poter approfittare delle prime mattine, dove il cibo è fresco e le strade sono le più tranquille di tutto il giorno. Se avete intenzione di fare di questa zona la vostra casa durante il vostro soggiorno, vi consiglio di imparare le basi del mandarino (ciao, arrivederci, grazie, vorrei dieci ravioli per favore, ecc.) per mostrare un po’ di rispetto per la cultura e per assicurarvi il posto di viaggiatore preferito nel vostro ristorante locale di fiducia.

4. North Beach: la zona migliore in cui soggiornare a San Francisco per una vita informale

Alcuni viaggiatori preferiscono che le loro avventure abbiano un ritmo più lento, con strade incantevoli, boutique di proprietà locale, parchi lussureggianti e caffè super chill in cima alla loro lista di cose da fare piuttosto che quartieri dello shopping o musei storici. Se questo vi assomiglia un po’, North Beach è il posto che fa per voi.

Appena si entra in questo quartiere ci si sente più rilassati, con le orde di turisti e di uomini con la valigetta del resto della città sostituite da mamme in athleisure, hipster di basso profilo e nomadi digitali che si sono ritagliati il loro ufficio per la giornata nella loro caffetteria preferita.

North Beach si trova a nord del Financial District, di Chinatown e di Union Square e a est del Fisherman’s Wharf, ma si sente molto più locale e rilassata di altre zone della città. Qui si trova anche la Little Italy di San Francisco, quindi il cibo è di sicuro effetto.

Una giornata a North Beach potrebbe prevedere un caffè mattutino, dato che questo quartiere vanta alcuni dei migliori caffè della città, e poi una passeggiata tra i vicoli alla ricerca di oggetti di antiquariato o di artigianato. Non dimenticate di visitare la City Lights Bookstore, famosa per essere stata il centro del movimento letterario della Beat Generation negli anni Cinquanta. Date un’occhiata alla sala delle poesie, prendete una guida di viaggio o scoprite quali sono gli autori più famosi che tengono letture o firme di libri nel fine settimana.

La sera ci sono bar con musica dal vivo, autentiche trattorie italiane con pasta fresca e pizza cotta a legna, Washington Square Park per una cena al sacco, eleganti cocktail saloon e luoghi di intrattenimento a volontà.

where to stay in san francisco, view of north beach neighbourhood

📷 @bradencollum

Cosa fare a North Beach

Nonostante le sue atmosfere informali e rilassate, North Beach ha molto da fare per riempire l’itinerario di un viaggiatore zaino in spalla. E, meglio ancora, la maggior parte è gratuita!

Il modo migliore per immergersi in questo sobborgo è trovare un caffè con tavoli e posti a sedere sul marciapiede e osservare la gente mentre si sorseggia un espresso e si pianifica il resto della giornata. Chiacchierate con i baristi, leggete i giornali locali per trovare i migliori eventi in città e fate il pieno di energia per una giornata intensa di relax, relax e ancora relax.

Lo shopping in questa zona è fantastico, con squisiti negozi di antiquariato, cartolerie divertenti, negozi vintage che ricordano i mercatini delle pulci, boutique di abbigliamento e persino un negozio di moda completamente su misura, Al’s Attire, dove Al e il suo team vi vestiranno con cappelli, scarpe, abiti e tutto il resto su misura.

Se volete fare un acquisto a San Francisco da portare a casa, dovete visitare Schein & Schein, un’istituzione di San Francisco con migliaia di mappe antiche e vintage di destinazioni in tutto il mondo. I loro prodotti spaziano da opere d’arte del XIV secolo a souvenir da 5 dollari, quindi sono ideali per fare un regalo speciale a qualcuno a casa o per ricordare il vostro viaggio.

North Beach è il luogo perfetto per godersi l’aria fresca e le splendide viste. Washington Square Park è un paradiso per i picnic, dove si può facilmente dimenticare di essere nella seconda città più densamente popolata degli Stati Uniti. Andate prima da Little Vine, una gastronomia e drogheria in stile europeo che vende formaggi, salumi, vini italiani a buon mercato e altro ancora, e noleggiate uno dei loro cestini da picnic da portare con voi per il pomeriggio.

where to stay in san francisco, two people sitting on a log watching the sunset over san francisco

📷 @fdelgado

Quando sarete pronti a smaltire il delizioso cibo italiano che avete mangiato, prendete in considerazione l’idea di salire la Filbert Steps, tre blocchi di ripidi gradini che costeggiano edifici art déco e splendidi giardini. Una volta arrivati in cima, sarete ricompensati con una vista mozzafiato sulla città.

E se avete bisogno di un taglio di capelli, sia i ragazzi che le ragazze possono domare la loro criniera da viaggio al Public Barber Salon, un salone di parrucchieri incredibilmente cool che vanta librerie a tutta parete, con soffitti alti ma prezzi bassi (almeno rispetto al resto di San Francisco). Gli uomini possono farsi tagliare la barba a 25 dollari o rifinire la barba a 20 dollari, mentre i tagli femminili partono da 50 dollari.

Dove mangiare a North Beach

Le Little Italy sono sempre le preferite dai viaggiatori con lo zaino in spalla, con specialità a base di carboidrati a prezzi generalmente più bassi rispetto alle zone turistiche, e il quartiere italiano di San Francisco non è da meno.

Per quanto riguarda il caffè, vi consiglio il Caffe Trieste, che si pensa sia stato il primo locale della costa occidentale degli Stati Uniti a vendere l’espresso negli anni Cinquanta. Il locale è molto frequentato dagli abitanti di North Beach, con sedie e tavolini sul marciapiede per le chiacchiere mattutine con i compagni di viaggio, e anche la selezione di dolci è fantastica.

Non si può essere a Little Italy senza mangiare pizza, pasta, focaccia e gelato, quindi ecco alcuni dei nostri posti preferiti per la classica cucina italiana. Liguria Bakery vanta una deliziosa focaccia fresca ricoperta di ogni cosa, dalle olive ai pomodori all’uvetta, e fornisce anche il pane per alcuni dei famosi ristoranti della zona. È a conduzione familiare e funziona da oltre 100 anni! Non fatevi scoraggiare dalla fila, si fa presto e vale assolutamente la pena aspettare.

I critici professionisti della pasta ameranno il Ristorante Baonecci, una gemma nascosta che sembra essere ancora sotto il radar dei turisti. Il loro menu è ricco di piatti casalinghi, con pasta fresca e sughi fatti da zero, e la prima pizza a crosta sottile della città.

Troverete una buona pizza in tutte le affascinanti strade di North Beach, ma una delle pizzerie locali è davvero la migliore… Tony’s Pizza Napoletana. Tony ha vinto premi sia negli Stati Uniti che in Italia per i suoi capolavori di pizza, e ha anche esteso la sua tecnica alle pizze classiche di New York e Chicago. È normale aspettare circa un’ora per un posto a sedere da Tony, quindi cercate di andare presto per accaparrarvi il vostro posto.

Quando è il momento di fare il pieno di zuccheri, ci sono gelaterie e pasticcerie dietro ogni angolo. I cannoli di Mara’s Italian Pastry fanno venire l’acquolina in bocca, Victoria Pastry vanta probabilmente il miglior tiramisù della città e Cafe Jacqueline è un lussuoso ristorante con un menu ricco di soufflé. Visitate il locale per un pasto completo a base di uova salate e dolci, oppure fateci un salto solo per il dessert.

Non solo la scena gastronomica è impressionante qui a North Beach, ma ci sono anche molte bettole, cocktail bar e bar sportivi per soddisfare la vostra voglia di bevande.

Tony Nik’s è un autentico cocktail bar degli anni ’30, con lo stesso stile della sua prima apertura nel ’33. È il luogo perfetto per un aperitivo. È il luogo perfetto per un drink di classe prima o dopo un pasto. Gli amanti della birra artigianale devono fare un salto al Church Key, che ha una lista di birre molto ampia e variegata e il mercoledì propone DJ soul. E poi c’è lo Specs, una bettola-museo così strana e meravigliosa che va vista per essere creduta.

E se si sceglie un solo posto da visitare per un drink a North Beach, deve essere il Comstock Saloon, uno dei bar più antichi della città. Aperto nel 1907, il Comstock Saloon offre jazz dal vivo per tutta la settimana, accoglienti cabine, un’ampia lista di bevande e prepara splendidi cocktail d’epoca. Fanno anche un brunch, con ostriche, poutine e un bastoncino di mozzarella da 20 dollari completo di caviale, foglia d’oro e aioli allo zafferano. Magari condividetelo con i vostri compagni di ostello!

I migliori ostelli a North Beach

Sapete come si dice… Pizza tutto il giorno, festa tutta la notte! Se siete alla ricerca di un posto divertente, sociale e pieno di buone vibrazioni dove soggiornare a San Francisco, siete fortunati.

IlGreen Tortoise Hostel è uno degli ostelli più noti della città, perfetto per incontrare nuovi amici con cui andare in città (e con cui smaltire i postumi della sbornia il giorno dopo)

L’ostello dispone di dormitori misti e femminili, con letti comodi e biancheria inclusa, oltre a quattro porte di ricarica per letto. I bagni in comune sono pulitissimi e gli ospiti hanno a disposizione shampoo, balsamo e detergenti per il corpo alla lavanda biologica. Volete un po’ di privacy? Ci sono anche camere private.

La posizione è eccellente, con una facile passeggiata sia a Little Italy che a Chinatown per la vostra cucina preferita, e offrono anche gite di un giorno allo Yosemite e ad altri luoghi caldi della California. La connessione Wi-Fi è veloce e gratuita, c’è una lavanderia e il check-out non è previsto prima delle 11.00, in modo da avere il tempo di dormire e fare le valigie la mattina dopo una grande serata.

Vi piacerà la colazione gratuita ogni mattina, la cena gratuita tre volte a settimana e la sala da ballo con Jenga gigante, biliardino, biliardo e strumenti musicali.

Questo ostello è decisamente adatto alle farfalle sociali ed è perfetto per chi viaggia da solo e vuole fare nuove amicizie.

where to stay in san francisco, group of people with beers smiling

San Francisco, bellezza! La città è piena di piccoli quartieri e di persone di tutti i ceti sociali, ma queste sono alcune delle tasche che amo davvero tanto. E poiché è così facile spostarsi, non importa dove alloggiate, sarete comunque a portata di mano da altri luoghi caldi. Assicuratevi di visitare i bar LGBT-friendly del quartiere Castro, i ristoranti di classe di Nob Hill, lo speziato Mission District di ispirazione latina o i negozi vintage bohémien che costeggiano le strade di Haight-Ashbury.

Vi sentite attratti dagli iconici must e dos di Fisherman’s Wharf o dalle infinite cene dim sum di Chinatown? Vi vedete a fare shopping fino allo sfinimento a Union Square, o le infinite buone vibrazioni di North Beach vi sembrano il vostro genere di posto? Speriamo che a questo punto abbiate capito qual è la zona di San Francisco più adatta al vostro stile di viaggio, insieme ai migliori ostelli in cui soggiornare in ogni quartiere.

Abbiamo tralasciato il vostro posto preferito a San Francisco? Ditecelo nei commenti qui sotto!

where to stay in san francisco, two girls making peace signs by golden gate bridge in the fog

📷 @goian

Scopri tutti i nostri ostelli a San Francisco!

Continua a leggere: ⬇️

🌟 Dove alloggiare a San Diego: una guida ai quartieri

🌟 I migliori ostelli di San Francisco

🌟 Vacanze invernali al caldo negli USA: i 22 posti migliori per sfuggire alla tristezza invernale!

Informazioni sull’autore:

Alexx è una viaggiatrice kiwi ossessionata dalla ricerca delle cose migliori da vedere, fare e mangiare in ogni luogo che visita. È dipendente dal formaggio, ama i fogli di calcolo per la pianificazione dei viaggi ed è allergica al lavoro d’ufficio. Sta per partire per un epico progetto di viaggio di 52 settimane e 52 Paesi e potete seguire le sue avventure su @findingalexx.

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto