Storie di sostenibilità: Campione dell’accessibilità all’ostello INOUT

L’accessibilità nei viaggi ha fatto passi da gigante: i fornitori di servizi di trasporto e di alloggio si sono resi conto della necessità di soddisfare i viaggiatori con esigenze extra di salute fisica, neurologica e mentale. Ma molti fornitori di viaggi stanno ancora imparando, compresi gli ostelli. Per conoscere le esperienze di un ostello che si sta impegnando a favore dell’accessibilità, ci siamo recati a Barcellona, presso l’ostello INOUT.

Dopo aver festeggiato il20° anniversario, non sorprende che sia stato finalista di Extraordinary Inclusive HOSCARs nel 2021. Con il 90% della forza lavoro composta da persone con disabilità, questo ostello è un punto di riferimento non solo per gli altri ostelli, ma anche per gli imprenditori di tutto il mondo. Per questa puntata di Storie di sostenibilità di Hostelworld, abbiamo parlato con il direttore di INOUT, Izaskun Quilez Arsuaga, per saperne di più su come accolgono i viaggiatori con esigenze di accesso e per scoprire come potete partecipare.

Incontra l’ostello INOUT

Quando si pensa a un viaggio a Barcellona si può pensare a un’intensa vacanza in città, ricca di architettura, storia e spiaggia. Cosa si può desiderare di più? In realtà c’è molto di più di quello che sembra. Se fate un breve viaggio fuori dalla vivace metropoli, troverete il vasto paesaggio verde del Parco di Collserola (o Parc Natural de Collserola). Conosciuto come il grande polmone verde di Barcellona, il parco è ricco di sentieri escursionistici, natura e persino un castello delXIV secolo. Con oltre 8.000 ettari, è il parco metropolitano più grande del mondo ed è 22 volte più alto di Central Park a New York. Il parco vanta anche qualcosa che Central Park non ha: un ostello!

Sshh!... This is a secret

Discover the "next hot backpacker destination" this 2024.

Just so you know, we will be able to see if you open our emails to help us monitor the success of our marketing campaigns. You will find further details in our data protection notice.

E non un ostello qualsiasi. L’ostello INOUT è il primo del suo genere, costruito da un’iniziativa sociale no-profit per promuovere la diversità e l’inclusione delle persone con disabilità. Circondato dalla pace del parco, INOUT è una pausa rinfrescante, con una visione altrettanto rinfrescante delle capacità di chi ha esigenze extra.

Offrire lavoro alle persone con disabilità

Parte dell’organizzazione no-profit Icaria Social Initiatives, la missione di INOUT è promuovere l’inclusione sociale e professionale delle persone con disabilità. Dei 60 membri del personale, 55 hanno una disabilità. Questi membri del team lavorano in ruoli diversi all’interno dell’ostello e del ristorante, per garantire il regolare svolgimento delle attività quotidiane e aiutare i viaggiatori a godersi il loro soggiorno.

Izaskun afferma che spesso quando le aziende assumono persone disabili le incasellano in ruoli industriali, ma INOUT dimostra che non solo possono eccellere in ambienti di lavoro sociali, ma che spesso i clienti non se ne rendono nemmeno conto: molti completano il loro soggiorno senza sapere che il personale che hanno incontrato fosse disabile. È questo il senso dell’inclusività! 👏

Rendere accessibile il loro ostello

INOUT non si limita a fornire un luogo di lavoro inclusivo, ma ha anche creato uno spazio inclusivo e accessibile per i viaggiatori. L’ostello è stato progettato per soddisfare le esigenze fisiche, visive e uditive di chiunque entri nell’edificio.

Per aiutare le persone con disabilità fisiche e consentire a tutti gli ospiti di accedere alle strutture, sono state installate rampe, ascensori e parcheggi adattati. Dispone di 100 letti accessibili e di bagni adattati per garantire a tutti gli ospiti un soggiorno confortevole.

Per i viaggiatori con esigenze visive, c’è un contrasto di colori tra il soffitto, il pavimento e le porte, un’illuminazione accessibile in tutto l’edificio e persino una lente di ingrandimento alla reception. Negli ascensori e negli ingressi sono presenti segnali in braille e pavimenti podotactile. Per le persone con problemi di udito, sono disponibili luci di emergenza alternative per gli ospiti che potrebbero non sentire gli allarmi di emergenza.

Costruire una comunità inclusiva

Poiché l’inclusività è nella mente di molti viaggiatori, non è sorprendente sapere che molti scelgono di soggiornare all’INOUT per l’elemento sociale che lo caratterizza. L’ostello è diventato un luogo d’incontro per coloro che vogliono sostenere un’organizzazione che ha un impatto positivo e vivere un soggiorno fantastico. E le recensioni entusiastiche parlano da sole!

Questo posto è fantastico, un’iniziativa incredibile di cui abbiamo bisogno nel mondo. Se volete passare dei bei momenti nella natura, veramente comodi (letto e strutture), pasti economici, personale e viaggiatori gentili, dovete andarci”

“Probabilmente il miglior ostello in cui abbia mai soggiornato… lo scopo e l’obiettivo dell’ostello sono incredibili! Si trova nella natura e ha una piscina, un campo da basket e un ping pong. Il personale è stato fantastico! Lo visiterò di nuovo prima di lasciare Barcellona!”

Clicca qui per leggere altre recensioni

L’INOUT è estremamente orgoglioso del suo team e lo grida dai tetti ogni volta che ne ha l’occasione. Nella loro comunità locale, l’ostello ha fatto ciò che si era prefissato: cambiare le idee sbagliate su ciò che le persone disabili possono o non possono fare e generare rispetto per coloro che hanno esigenze extra. A loro volta, i visitatori internazionali hanno liberato i loro pregiudizi inconsci, creando un effetto a cascata e aprendo le menti in tutto il mondo.

Come i viaggiatori possono essere coinvolti

Sappiamo che ai nostri viaggiatori interessa sostenere gli ostelli inclusivi. Da un sondaggio tra i clienti di Hostelword, il 50% ha dichiarato che la ricerca di una sistemazione inclusiva influenza la scelta del luogo in cui soggiornare e l’83% pensa che gli ostelli siano estremamente o molto inclusivi. Come potete sostenere INOUT?

Soggiornando o prenotando una sala riunioni

In quanto parte delle Iniziative Sociali Icaria senza scopo di lucro, il denaro ricavato dall’ostello viene reintegrato in progetti sociali a sostegno delle persone con disabilità. Soggiornando qui si sostiene un cambiamento positivo! Vi abbiamo detto che hanno una piscina? Prendete i miei occhialini!

Siete del posto o di passaggio per lavoro? Potete anche prenotare una sala riunioni o uno spazio di coworking per la giornata.

Cenare al ristorante o al caffè

Con un ristorante e una caffetteria in loco, potete sostituire la cena in città con un pasto tranquillo nella natura dopo una giornata trascorsa a esplorare il parco. Il ristorante è aperto sia al pubblico che ai frequentatori dell’ostello.

Acquistate i prodotti INOUT

Conservate un ricordo del vostro viaggio e contribuite a una buona causa con prodotti come bottiglie, tazze e calendari riutilizzabili.

INOUT vuole incoraggiare tutti gli ostelli ad adottare misure per diventare più inclusivi, mettendo in atto misure per attrarre membri del team con background ed esperienze diverse, organizzando sessioni di formazione per promuovere la consapevolezza della diversità e dell’inclusione e assumendo personale con disabilità. Come dice Izaskun, il loro obiettivo è che i disabili siano trattati alla pari. Con una valutazione superiore alla media rispetto ai loro colleghi e recensioni di viaggiatori entusiasti dell’ospitalità del team, l’obiettivo è stato centrato in pieno!

🏡 Per prenotare il vostro soggiorno all’INOUT, cliccate qui.

Scaricate l’app di Hostelworld per iniziare a incontrare persone fin dal momento della prenotazione


Ti potrebbe interessare anche… 🤩

Consigli di viaggio accessibili per viaggiatori con esigenze particolari

storie di sostenibilità: Inclusività LGBTQIA all’ostello Modal

Viaggiare con uno scopo: volontariato presso le ONG durante i viaggi

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto