La guida definitiva per i viaggiatori zaino in spalla nel Regno Unito

Language Specific Image

Il Regno Unito; patria dei pub tradizionali, delle colline punteggiate di pecore e, naturalmente, di Sua Maestà la Regina. Che siate venuti per i pub, per le adorabili cittadine di campagna o per trovare una persona speciale con un accento come quello di Hugh Grant o di Emma Watson, questa guida vi copre. L’Inghilterra, l’Irlanda del Nord, la Scozia e il Galles possono essere vicini, ma ognuno dei Paesi del Regno Unito ha una propria identità da esplorare. Ecco la guida definitiva per il viaggio con lo zaino in spalla nel Regno Unito.

Vai direttamente a:

  1. Quando visitare il Regno Unito
  2. Luoghi da visitare nel Regno Unito
  3. La migliore vita notturna del Regno Unito
  4. I migliori ostelli del Regno Unito
  5. I migliori parchi nazionali del Regno Unito
  6. I migliori festival del Regno Unito
  7. Cibo nel Regno Unito
  8. Trasporti nel Regno Unito

backpacking UK - green car📷: @adventuresofsophh

Quando visitare il Regno Unito

Il Regno Unito ha quattro stagioni distinte, ma il tempo può cambiare in pochi istanti. Controllate le previsioni, ma siate sempre pronti ad affrontare gli imprevisti.

Il Regno Unito può essere noto per il suo clima piovoso e incostante, ma la gente del posto non si preoccupa: ci sono abituati. Inoltre, non è tutto negativo. In cambio di tutta questa pioggia, il Regno Unito può godere di una vegetazione lussureggiante e di paesaggi mozzafiato e, quando il sole splende, luccica!

In inverno (dicembre-febbraio) le temperature sono in media di 5 gradi Celsius con 7-9 ore di luce solare al giorno. In estate (giugno-agosto) le giornate sono molto più lunghe, con una temperatura media di 22 gradi, e questo è il periodo ideale per viaggiare se volete esplorare il Regno Unito nella sua stagione più calda. In primavera (marzo-maggio) la temperatura media è di 14 gradi, e se vi recate in campagna preparatevi a sciogliervi alla vista di agnelli e vitelli appena nati. L’autunno (settembre-novembre) è uno dei periodi più belli dell’anno: gli alberi si adornano di foglie rosso fuoco e arancioni e le temperature medie sono di 10 gradi.

L’Inghilterra è tipicamente il paese più caldo del Regno Unito, seguito da Galles, Irlanda del Nord e infine Scozia, i cui punti più settentrionali sono soggetti a nevicate estreme in inverno.

L’alta stagione dei viaggi coincide con le vacanze scolastiche europee da luglio a settembre. I prezzi aumentano in questo periodo e gli alloggi sono molto richiesti, in particolare in Scozia, quindi è meglio formulare un piano di viaggio con almeno una settimana di anticipo. Maggio e giugno sono mesi ideali per viaggiare, grazie al clima piacevole e ai prezzi non di punta. Se state pianificando una visita invernale, a dicembre aprono i mercatini di Natale, le decorazioni festive illuminano le strade e nell’aria si respira aria di “Love Actually”.

Luoghi da visitare nel Regno Unito

Spesso i viaggiatori d’oltremanica evitano gli altri Paesi del Regno Unito a favore dell’Inghilterra, ma questo è un errore madornale. Tutte e quattro le nazioni di Sua Maestà hanno molto da offrire e, grazie alla vicinanza e all’apertura dei confini, non potrebbe essere più facile esplorare il Regno Unito.

Ogni Paese offre il perfetto contrasto tra città e vita rurale. Dal fermento di Londra, Bristol o Glasgow alla purezza delle Cotswolds o della costa gallese, il Regno Unito offre qualcosa per ogni tipo di viaggiatore.

backpacking UK- places to visit in UK - sheep

📷:@adventuresofsophh

Il meglio di: Inghilterra

L’Inghilterra è il Paese più visitato del Regno Unito e accoglie milioni di viaggiatori tutto l’anno. Con una scena musicale fiorente, una campagna tranquilla, belle città costiere e un’abbondanza di pub, non è difficile capire perché.

Londra

Londra è la capitale culturale, politica ed economica dell’Inghilterra e ospita molte delle attrazioni più famose del mondo. Un viaggio nel Regno Unito non è completo finché non ci si perde nella metropolitana o non ci si scatta un selfie davanti a Buckingham Palace. Con una popolazione di oltre 8 milioni di persone e una mappa della metropolitana che vi farà venire il mal d’occhi, è giusto dire che Londra può essere piuttosto travolgente per chi la visita per la prima volta. Cerchiamo quindi di capire meglio e di semplificare questa città così confusa:

Cosa non perdere a Londra

Big Ben: Forse l’orologio più iconico del mondo? Il Big Ben è alto ben 96 metri, ma purtroppo al momento può essere visto solo da lontano perché è in costruzione. I lavori proseguiranno fino al 2021, quindi preparatevi a vederlo circondato da impalcature se lo visitate a breve.

backpacking UK - big ben - london

📷:@adventuresofsophh

Buckingham Palace: Anche se non siete amanti dei reali, una visita a Buckingham Palace è d’obbligo quando siete a Londra. Guardate con meraviglia i regali cancelli d’ingresso e assicuratevi di assistere alla cerimonia del cambio della guardia, uno spettacolo tipicamente britannico da non perdere.

Mercato di Camden: Visitate il Camden Market per un mix di shopping vintage e contemporaneo, oltre a un’ampia selezione di cibi globali e opere d’arte originali e uniche sotto lo stesso tetto. Aperto tutti i giorni della settimana, il mercato attira una folla alternativa ed è un luogo ideale per rilassarsi e osservare la gente in uno dei suoi bar lungo il canale.

Per saperne di più sui mercati più cool di Londra

London Eye: Il London Eye, che domina il Tamigi, è quasi impossibile da perdere. Con i suoi 135 metri di altezza, questa gigantesca ruota panoramica è la più grande al mondo nel suo genere. Per una vista impareggiabile su tutta Londra, non cercate oltre.

backpacking UK - London eye sunset

📷:@adventuresofsophh

Arte di strada a Shoreditch: Se siete amanti dell’arte o avete semplicemente voglia di fare una passeggiata interessante, dirigetevi a est di Shoreditch. Le strade sono piene di murales colorati creati da artisti locali e vi offriranno settimane di contenuti per il vostro feed di Instagram. Non c’è una strada giusta o sbagliata, ma non resterete delusi se passerete per Wilkes Street, Hanbury Street, Fashion Street e Great Eastern Street.

Siete d’accordo con l’atmosfera hipster? Scoprite altre cose da fare nella zona est di Londra

Torre di Londra: se ne avete una idea, la Torre di Londra probabilmente l’ha avuta: un palazzo, uno zoo, una prigione, la sede dei gioielli reali, un luogo di esecuzione… l’elenco è lungo. L’imponente torre ospita oggi un museo che ne illustra la turbolenta storia degli ultimi 900 anni.

Abbazia di Westminster: Fondata nel 960 d.C., l’Abbazia di Westminster è il centro della storia cristiana e reale di Londra. È un tesoro che ospita manufatti storici, tessuti e intricate vetrate. È anche il luogo di sepoltura di Charles Darwin, Stephen Hawking e Sir Isaac Newton, oltre che di numerosi altri monarchi e importanti cittadini britannici.

Avete bisogno di altre idee?

I migliori ostelli di Londra per un’avventura Great British

17 fantastiche cose gratuite da fare a Londra

Un pomeriggio di crafternoon a Londra: scoprite le migliori birrerie della capitale

Confronta gli ostelli a Londra

Altre destinazioni da non perdere

Bath: Fate un salto indietro nel tempo nella storica città di Bath, dove le strade conservano l’architettura originale romana e georgiana e sono animate da eccentrici musicisti e artisti di strada. Una visita alle antiche terme romane è essenziale, soprattutto per gli appassionati di storia.

Confronta gli ostelli a Bath

Brighton: Una delle mete preferite dai britannici e dai visitatori internazionali per il fine settimana. Questa città balneare colorata e cosmopolita accoglie gli ospiti tutto l’anno, ma si anima in estate, quando la spiaggia è il luogo ideale. Fate una passeggiata lungo l’iconico Brighton Palace Pier, dove potrete prendere un gelato e scatenare il bambino che è in voi nelle sale giochi.

Il vero spirito di Brighton si trova nei suoi numerosi “vicoli”, che è meglio esplorare a passo lento per curiosare tra le centinaia di boutique locali, negozi indipendenti e ristoranti alla moda.

Confronta gli ostelli a Brighton

Bristol: Una città alla moda e piena di energia, diventata popolare negli ultimi anni. Sia che stiate passeggiando sul lungomare o sorseggiando un cocktail in un bar stravagante, Bristol colpisce. La città è caratterizzata da un’eclettica arte di strada, il che non sorprende se si considera che è la patria di Banksy. Ogni luglio, Bristol ospita l’Upfest, un festival dedicato alle arti creative.

Il porto di Bristol è uno degli angoli più belli della città. Salite a bordo di uno dei traghetti in legno e dirigetevi verso il Cottage Inn, uno dei locali preferiti dai bristoliani per una birra pomeridiana. Da qui, ammirate la splendida vista colorata della città.

backpacking UK - bristol - canal boat

Bristol 📷: @adventuresofsophh

Confronta gli ostelli a Bristol

Liverpool: Liverpool è conosciuta in tutto il mondo per la sua eredità musicale, in particolare per una piccola band chiamata Beatles. La gente accorre da tutto il mondo per vedere il luogo di nascita dei Fab Four e per visitare uno dei luoghi più influenti della storia della musica. Liverpool è anche ricca di storia marittima e ha legami con il Titanic, un rapporto esplorato nella mostra Titanic & Liverpool del Maritime Museum.

Non perdetevi la musica dal vivo al Cavern Club. Assolutamente smielato, ma da non perdere se si vuole capire il passato musicale di Liverpool. Twist and Shout come se fossimo negli anni Sessanta, ma attenzione: il Cavern Quarter è spesso invaso da cervi e galline, soprattutto nei fine settimana.

Confronta gli ostelli a Liverpool

Oxford: nella prestigiosa città di Oxford potrete confrontarvi con stimati accademici di una delle università più quotate al mondo. Andate a fare punting lungo il fiume o esplorate i college universitari dove potrete fingere di essere una comparsa in un film di Harry Potter. Topo di biblioteca o meno, la Bodleian Library vi lascerà a bocca aperta: lasciate che il ribelle che è in voi si avventuri nella “sezione riservata”, ma fate attenzione perché alcuni libri sono talmente off-limits da essere incatenati a degli allarmi. Intrigante o no..

Non è necessario essere uno studente per innamorarsi del fascino di Oxford o per godersi un drink (o cinque) nei bar studenteschi che costeggiano Cowley Road.

Confronta gli ostelli a Oxford

Manchester: Manchester è più viva che mai, con un’eccitante miscela di cultura dei caffè, vita notturna e una dinamica scena musicale. Dai bar alternativi e rilassati ai cocktail lounge di alto livello, non c’è carenza di posti dove divertirsi a Manchester. Questa è una città che ama il calcio, quindi prendete in considerazione l’idea di andare a vedere una delle sue squadre giocare per un’atmosfera imbattibile; specialmente il giorno del derby!

Assicuratevi di fare una passeggiata nel creativo Northern Quarter e di assaggiare la sua gamma apparentemente infinita di caffè e bar, scoprendo un sacco di arte lungo la strada. Perché non spendere un po’ e cenare al Federal Café, una caffetteria a gestione australiana/neozelandese che serve un delizioso brunch con alcune specialità australiane, tra cui bevande a base di Milo, dolci al gusto di Tim-Tam e biscotti ANZAC.

Confronta gli ostelli a Manchester

Volete altre ispirazioni? Scoprite i 22 luoghi da visitare in Inghilterra amati dai blogger di viaggio

Il meglio di: Irlanda del Nord

L’Irlanda del Nord sarà anche un mare a parte rispetto al resto del Regno Unito, ma vale sicuramente la pena di salire su un traghetto. Questo piccolo Paese ha la stessa potenza di uno grande il doppio. Pensate a coste mozzafiato e a terre mitiche e verdeggianti: è qui che viene girato gran parte di Game of Thrones, dopotutto!

backpacking UK - giants causeway - Northern Ireland

📷:@adventuresofsophh

Belfast: Belfast è una città ricca di storia e, nonostante il suo passato turbolento, oggi è una città fiorente, con un’enorme folla universitaria e musei di livello mondiale. È facile trascorrere tre o quattro giorni qui, girovagando per le sue strade, imparando a conoscere la sua complessa storia e bevendo nei suoi numerosi pub e bar.

Da non perdere:

  • Museo Marittimo del Titanic: È a Belfast che fu costruito l’RMS Titanic e la tragica storia della nave è commemorata al Titanic Maritime Museum, una delle attrazioni più popolari della città.
  • Castello di Hillsborough: Situato su 100 acri di splendidi boschi, il castello è la residenza ufficiale di Sua Maestà la Regina in Irlanda del Nord. È possibile partecipare a una visita guidata di 45 minuti o esplorare il parco regale a proprio piacimento.

Confronta gli ostelli a Belfast

Causeway Coast: Uno dei tratti di costa più incontaminati del Regno Unito, la Causeway Coast è l’ispirazione di molti viaggi in Irlanda del Nord. Il modo migliore per esplorarla è in auto, ma se questo non è possibile ci sono compagnie turistiche che offrono escursioni giornaliere nella zona. Gli autobus e i treni sono disponibili ma hanno un servizio limitato.

Da non perdere:

  • The Dark Hedges, Stranocum: i fan di Game of Thrones riconosceranno subito questo scenario. A otto miglia nell’entroterra di Ballycastle, The Dark Hedges è un tratto di strada costeggiato e ombreggiato da alberi di faggio. Questo crea un tunnel suggestivo che è diventato una delle principali attrazioni turistiche e che è garantito per stupire.

backpacking UK - the dark hedges - Ireland

📷:@adventuresofsophh

  • La Giant’s Causeway: Sicuramente il fenomeno naturale più impressionante dell’Irlanda del Nord, la Giants Causeway è composta da 40.000 colonne di basalto ed è il risultato di un’intensa azione vulcanica avvenuta tra 50 e 60 milioni di anni fa. La lava che riempiva il fondale marino si è raffreddata a una velocità rapidissima, creando rocce esagonali perfettamente formate. Esiste un mito secondo il quale la Causeway sarebbe stata opera di un gigante, ma lasciamo che siate voi a decidere.
  • Ponte di corda di Carrick-A-Rede: Questo ponte traballante, alto 30 metri, collega la terraferma alla piccola isola di Carrickarede: attraversatelo se avete il coraggio! Non preoccupatevi, è assolutamente sicuro, ma potrebbe farvi rizzare i capelli in testa!

backpacking UK - Carrick-A-Rede Rope Bridge

📷:@adventuresofsophh

Contea di Fermanagh: Respirate l’aria di campagna e provate un’immediata sensazione di relax. Gli abitanti del Fermanagh sono accoglienti, i tempi sono piacevoli e la sua bellezza naturale è fuori dal mondo. È un luogo che potrebbe farvi venire voglia di disfare le valigie e vivere la vita semplice per un po’!

Da non perdere:

  • Crom Estate: Un paradiso per la fauna selvatica, tra cui cervi selvatici, faine e farfalle rare. Il vicino Upper Lough Erne offre splendidi sentieri per passeggiate ed è circondato da rovine di castelli e antichi alberi di tasso.
  • Geoparco globale dell’UNESCO: Un parco nazionale diversificato con cascate, zone umide, foreste e le famose grotte di Marble Arch. Se avete la fortuna di visitarle tra marzo e ottobre, vi consigliamo di fare un tour in barca delle grotte.

Derry: Comunemente chiamata Londonderry a causa di una disputa sul nome tra nazionalisti e unionisti irlandesi. La città è la seconda più grande dell’Irlanda del Nord e, sebbene non sia così movimentata come Belfast, è comunque un luogo ideale per saperne di più sul tumultuoso passato dell’Irlanda, grazie ai numerosi ed eccellenti musei.

Le Glens of Antrim: Nove famose valli che si estendono per 80 miglia. Le Glens of Antrim sono aree di straordinaria bellezza naturale che vantano cascate e laghi, con diversi percorsi escursionistici per scoprirli. Approfittate delle Glens noleggiando un’auto per fare una gita di un giorno da Belfast.

Pronti per la vostra avventura irlandese? Scoprite i 15 migliori luoghi da visitare in Irlanda

Il meglio di: Scozia

backpacking UK - scotland - The Glens of Antrim

Isola di Skye 📷: @adventuresofsophh

La Scozia non è un Paese da sottovalutare, ma piuttosto un Paese che merita di essere esplorato dall’interno. Dalle sue città storiche alle coste frastagliate, la Scozia non ha nulla di noioso. Che vogliate salutare la civiltà e andare in montagna o affinare le vostre doti di comici al Festival di Edimburgo, la Scozia ha qualcosa da offrirvi.

Edimburgo: È strano pensare a Edimburgo come a una capitale, poiché i suoi abitanti cordiali e il ritmo di vita rilassato le danno l’impressione di un luogo molto più piccolo. La città è composta dalla città vecchia medievale e dalla città nuova georgiana, con il magnifico Castello di Edimburgo che incombe. Ci sono molte cose da fare a Edimburgo, ma preparatevi a sentire un po’ di dolore ai muscoli delle gambe!

Da non perdere:

  • Il Castello di Edimburgo: Impossibile da ignorare, il Castello di Edimburgo domina la città. Se siete interessati alla storia, in particolare a quella della monarchia, questo luogo dovrebbe essere in cima alla vostra agenda.
  • Arthur’s Seat: se siete amanti della vista panoramica (e chi non lo è) e volete aumentare il battito cardiaco, fate una passeggiata fino all’Arthur’s Seat. Non è la passeggiata più facile, ma la vista a 360 gradi di Edimburgo e della costa circostante è una ricompensa sufficiente.
  • Dean’s Village: Un tempo area industriale, questo pittoresco villaggio è diviso in due dal fiume Leith, ed è il luogo preferito per una passeggiata pittoresca e per scattare qualche foto.
  • Calton Hill: Una delle tante cime di Edimburgo, questa collina è il luogo ideale per ammirare l’alba o il tramonto senza doversi allontanare troppo dal centro. Qui si trovano anche la Collective Contemporary Art Gallery e il National Monument, ancora da completare.
  • Il centro storico: che lo abbiate programmato o meno, non c’è dubbio che prima o poi vi imbatterete nel centro storico di Edimburgo. Con i suoi pub tradizionali e le librerie d’epoca che costeggiano le strade acciottolate, è facile perdere la cognizione del tempo. Non dimenticate di visitare Victoria Street e Cockburn Street.

backpacking UK - edinburgh

📷:@adventuresofsophh

Confronta gli ostelli a Edimburgo

Fort William: alla base della montagna più alta del Regno Unito si trova la città di Fort William, che attira ogni tipo di turista, dai drogati di adrenalina agli appassionati di Potter. A soli 20 minuti di distanza si trova il viadotto di Glenfinnan, dove si può assistere al passaggio del treno a vapore Jacobite (o Hogwarts Express) due volte al giorno. È anche possibile salire a bordo di un treno a vapore e intraprendere il viaggio mozzafiato attraverso il viadotto e il porto di Mallaig.

Glasgow: non sarà la capitale, ma è la più popolata, in parte grazie all’enorme numero di studenti universitari. Glasgow è una città giovane, quindi troverete caffè alla moda, bar alla moda e negozi vintage. Ci sono anche molti luoghi più tranquilli, con parchi ombreggiati e panchine lungo il fiume per sedersi a guardare il mondo che passa.

Danon perdere:

  • Parco e Galleria Kelvingrove: Kelvingrove Park vanta ben 34 ettari di verde. Essendo vicino all’università di Glasgow, il parco è solitamente molto frequentato, soprattutto in estate, ed è quindi un luogo ideale per un picnic e un drink con gli amici. L’estremità superiore del parco ha il vantaggio di essere un punto di osservazione straordinario per il tramonto. Nel frattempo, fate un salto alla Kelvin Grove Gallery and Museum per scoprire tutto, dall’arte alla storia antica e all’archeologia.

backpacking UK - Kelvingrove Park & Gallery

📷:@adventuresofsophh

  • Ashton Lane: Situata nel West End, Ashton Lane è una bellissima strada acciottolata piena di pub, bar e ristoranti sempre affollati. Anche in una giornata di pioggia, Ashton Lane è il posto giusto. Visitate il Vodka Wodka per fare il pieno di energia o, per un drink più rilassato, fate un salto al Brel.

Confronta gli ostelli a Glasgow

Inverness: Inverness è la città più grande e popolata delle Highlands, ma potrebbe non sembrare così. Il tranquillo lungofiume e il centro città trasudano fascino scozzese. Le belle strade sono fiancheggiate da cesti di fiori e il Castello di Inverness si affaccia direttamente sul fiume Ness. Inverness è un luogo ideale per fare base se volete avere la possibilità di avvistare Nessie, con Loch Ness a soli 25 minuti di auto.

Isola di Skye: c’è così tanto da vedere sull’Isola di Skye che potrebbe quasi essere un paese a sé stante. Tuttavia, fa parte della Scozia ed è facilmente raggiungibile in auto, autobus o traghetto. Dalle mitiche terre delle fate alle scogliere frastagliate e alle spiagge di sabbia nera, non è difficile capire perché Skye stia diventando una delle mete preferite dai viaggiatori zaino in spalla.

Da non perdere:

  • Fairy Glen: è facile immaginare le fate che si aggirano nei paesaggi ultraterreni di Fairy Glen. Qui tutto sembra in miniatura rispetto alle imponenti Munro, con colline verdi simili a coni, un bellissimo lago e viste incredibili.
  • Fairy Pools: Probabilmente le più belle piscine del Regno Unito. La gente viene da lontano solo per vedere le Fairy Pools e nuotare sotto il loro ponte naturale. Assicuratevi di arrivare subito dopo l’alba o prima del tramonto per vedere le piscine al loro massimo splendore ed evitare la folla del giorno.

backpacking UK - fairy pools

📷:@adventuresofsophh

  • Il Quiraing: Il Quiraing è un percorso escursionistico notevole e molto gratificante nel nord di Skye, dove molteplici smottamenti hanno creato drammatiche scogliere. L’escursione alla vetta è un anello di 7 km, ma se siete a corto di tempo la vista dal punto di partenza è sufficiente a togliervi il fiato.
  • Il belvedere di Neist: Situato nel punto più occidentale dell’Isola di Skye, questo belvedere è un luogo perfetto per ammirare il tramonto o per avvistare balene e delfini. La vista appena arrivati è incredibile, ma si consiglia di camminare fino al faro.
  • Talisker Bay: Una spiaggia con un tocco bizzarro. Non solo bisogna attraversare campi di pecore per raggiungerla, ma la sabbia è nera e racchiusa da incredibili formazioni rocciose alle due estremità della baia. Assicuratevi di programmare la vostra gita con le maree, perché solo con la bassa marea è possibile camminare lungo la spiaggia e assistere a questo strano fenomeno.

backpacking UK - beach scotland

📷:@adventuresofsophh

Confronto ostelli sull’Isola di Skye

Isola di Mull: Più a sud di Skye, ma sempre parte delle Ebridi Interne. Mull ospita alcuni dei paesaggi più diversi del Regno Unito, con granito rosa, sabbia bianca brillante e alcuni luoghi di osservazione della fauna selvatica.

Vi piace il suono della Scozia? Date un’occhiata a questi:

Guida definitiva alla Scozia con lo zaino in spalla

14 cose segretissime che non sapevate di poter fare in Scozia

I migliori ostelli in Scozia

Il meglio di: Galles

Il Galles non sarà famoso come i suoi vicini, ma questo non significa che debba essere trascurato. Anzi, è spesso preferito dai viaggiatori che cercano un po’ di pace e serenità in campagna. I paesaggi sono notevoli, le città sono affascinanti e i pub sono accoglienti. Il Galles è un paese pieno di sorprese e di luoghi da esplorare, quindi allacciate le scarpe da trekking e andate nelle valli!

Caernarfon: Una splendida cittadina medievale sulla costa del Galles settentrionale, popolare tra i turisti nazionali e internazionali per il grandioso Castello di Caernarfon arroccato sul lungomare. Questa piccola città mercato ha un forte senso di comunità, con il centro che occupa solo poche strade. Sebbene non sia di grandi dimensioni, ha un’atmosfera calda e personale, con residenti amichevoli e graziose case dai colori pastello.

backpacking UK - Caernarfon Castle lake

📷:@adventuresofsophh

Cardiff: Cardiff, la città sulla costa, è la capitale del Galles e ne è orgogliosa! Ha un perfetto equilibrio di storia e cultura, mescolato con l’architettura moderna e una vita notturna pazzesca.

Da non perdere:

  • Wales Millennium Centre: Riconoscibile per la sua imponente struttura a strapiombo, l’esterno dell’edificio reca la scritta “CREU GWIR FEL GWYDR O FFWRNAIS AWEN”, che si traduce in “Creare la verità come vetro dalla fornace dell’ispirazione”. Le parole riflettono l’imponente architettura del Centro e l’ispirazione creativa del poeta Taliesin. Il Millennium Centre ospita spesso produzioni teatrali, opera, musica dal vivo e spettacoli di danza.

Confronta gli ostelli a Cardiff

Costa del Pembrokeshire: La costa del Pembrokeshire è popolare tra gli escursionisti, con un sentiero nazionale che si estende per 180 miglia. È anche un viaggio in auto fenomenale, poiché centinaia di curve e tornanti rivelano scogliere frastagliate, insenature riparate e una vita marina inaspettata.

Da non perdere:

  • Isola di Skomer: Il modo migliore per avventurarsi un po’ più in profondità è andare fuori terra a Skomer Island. Qui potrete vedere le adorabili pulcinelle di mare insieme a migliaia di conigli, delfini, focene e foche. È un sogno per gli amanti degli animali e vi lascerà sorridenti per i giorni a venire. È possibile visitare Skomer Island in giornata, ma se volete immergervi davvero nell’ambiente è meglio pernottare. La primavera e l’estate sono i periodi migliori per visitarla, poiché gli animali sono molto attivi.

Snowdonia: Una straordinaria regione montuosa nel Galles settentrionale. La maggior parte dei viaggiatori si reca a Snowdonia per fare una sola cosa: scalare le scogliere scoscese del Monte Snowdon, la montagna più alta del Galles, con i suoi ben 15 metri. Anche se non siete amanti delle escursioni, lo scenario che caratterizza la montagna dovrebbe essere sufficiente ad attirarvi verso nord.

Da non perdere:

  • Monte Snowdon: se amate sudare e provare l’emozione di compiere un’escursione lunga e intensa, allora la scalata allo Snowdon è un must. A seconda delle condizioni meteorologiche e della vostra forma fisica, l’escursione può richiedere dalle 2 alle 4 ore per arrivare in cima. Esistono diversi percorsi che variano per difficoltà e lunghezza, ma il più popolare e facile è il sentiero di Llanberis. Al ritorno, fate un salto nel piccolo pub sul lato destro della strada per un tè, una pinta o un sidro brulé.
  • Se non avete voglia di fare trekking o avete poco tempo, potete salire a bordo del treno e fare una crociera. Il treno funziona su richiesta, quindi se non è un giorno di punta dovrete aspettare che la carrozza si riempia.

backpacking UK - mountain snow

📷:@adventuresofsophh

La migliore vita notturna del Regno Unito

Non è un segreto che gli inglesi amino una o più birre, ma quali sono i posti migliori del Regno Unito dove bere alcolici?

Bristol, Inghilterra: Che si tratti di una frenetica festa studentesca o di un drink fresco, a Bristol c’è l’imbarazzo della scelta. Gli abitanti di Bristol amano bere, come dimostrano le centinaia di bar e club sparsi per la città. Sarebbe impossibile girarli tutti, ma non potete perdervi un rave al Motion. Se volete assaggiare una selezione di locali notturni, fate il giro di Clifton o di Gloucester Road.

Cardiff, Galles: I gallesi sanno come fare festa. Con gli studenti che riempiono i bar e i club ogni sera, avrete sempre compagnia per un drink pomeridiano o per una notte di bagordi. Per una serata più sofisticata, provate il Dead Canary, ma se volete fare il duro o andare a casa, andate al Soda o al Ten Mill Lane.

Glasgow, Scozia: Glasgow sa come fare vita notturna alla moda. Anche i bar per studenti non scendono a compromessi in fatto di stile: gli studenti sono alla moda e i loro gusti (e budget) sono rispettati. Se desiderate un locale di lusso, recatevi nel West End per un drink lungo Ashton Lane. Per una serata più movimentata, Nice n Sleazy (non preoccupatevi, non è troppo squallido), Garage o Sub Club dovrebbero fare al caso vostro.

Leeds, Inghilterra: La scena notturna di Leeds è enorme e se vi piacciono il grime, il pop pacchiano e le hit del passato (chi non lo fa?) siete fortunati. Anche se non lo siete, una serata divertente è quasi garantita. Call Lane è di solito il posto giusto, con una varietà di club e bar, ma se volete continuare fino alle prime ore del mattino, dirigetevi verso Backroom.

backpacking UK - snug bar

📷:@adventuresofsophh

Liverpool, Inghilterra: Al calar della sera Liverpool ha molte facce, con un’ampia gamma di bar, club ed eventi in grado di stuzzicare la fantasia di chiunque. Che vogliate tentare la fortuna entrando in uno dei suoi bar segreti, stappare bottiglie in un club chic o ballare sulle orme di leggende della musica, tutto è possibile. Fate baldoria fino al sorgere del sole all’Heebie Jeebies, o se volete ascoltare musica alternativa andate al Krazyhouse o al Salt Dog Slim’s.

Londra, Inghilterra: Naturalmente la città più grande del Regno Unito entra nella lista. A seconda dei vostri gusti e del vostro budget, Londra vi farà venire voglia di uscire ogni sera della settimana. Esplorate le zone di Shoreditch e Clapham, dove la folla è giovane e i drink sono più accessibili. Fare baldoria a Soho e Chelsea potrebbe essere allettante, ma potrebbe farvi pagare il prezzo dell’alloggio, quindi siete avvisati.

backpacking UK - underground

📷:@adventuresofsophh

Newcastle Upon Tyne, Inghilterra: Non c’è solo Geordie Shore. Questa località cosmopolita ha la sua parte di club e bar aperti fino alle ore piccole. Newcastle attrae una folla eterogenea, con un afflusso di cervi e galline nei fine settimana, di studenti durante la settimana e di gente del posto, notoriamente esilarante, nei weekend. Non perdete l’occasione di visitare The Cluny, un ristorante e bar indipendente di giorno e un locale con musica dal vivo di notte. Per un’esperienza più intensa, avventuratevi al World Headquarters o al Tup Tup Palace.

I migliori ostelli del Regno Unito

Una cosa è certa: nel Regno Unito non mancano ostelli epici per rendere il vostro viaggio in Inghilterra ancora più memorabile. Forse non è il posto più economico in cui viaggiare, ma soggiornando in ostelli le vostre sterline andranno molto più lontano. Ecco alcuni dei miei preferiti durante i miei viaggi:

Inghilterra:

Ala di Bristol, Bristol

Clink78, Londra

St Christophers Inn, Bath

Wombat City Hostel, Londra

backpacking UK - wombat city hostel

Ostello Wombat City, Londra

Irlanda del Nord:

Vagabonds, Belfast

Finn McCool’s, Giants Causeway

Scozia:

Ostello della gioventù di Glasgow, Glasgow

Backpackers Loch Ness, Loch Ness/Inverness

Ostello Skyewalker, Isola di Skye

St Christophers Inn, Edimburgo

backpacking UK - Skyewalker Hostel, Isle of Skye

Ostello Skyewalker, Isola di Skye

Galles:

Ostello e bar NosDa, Cardiff

La Casa del Fiume, Cardiff

Totters, Caernarfon

I migliori parchi nazionali del Regno Unito

Parco nazionale dei Cairngorms, Scozia: Il Cairngorms si aggiudica il titolo di Parco Nazionale più grande del Regno Unito. Situato nelle Highlands orientali e nell’Aberdeenshire occidentale, il Cairngorms è un luogo della Scozia frequentato tutto l’anno. Durante i mesi più caldi, il Cairngorms è un sogno da esplorare, sia che si tratti di una passeggiata pomeridiana o di un’avventura di un’intera giornata. In inverno, il parco si colora di bianco e la città di Aviemore e i villaggi di montagna di The Lecht e Glenshee si riempiono di appassionati di sport invernali.

Lake District, Inghilterra: Il nome dice tutto. Questo parco nazionale ha 16 vasti laghi e l’atmosfera nostalgica di un campeggio estivo. Il lago più grande e più popolare è Windemere, che attira visitatori tutto l’anno. Con crociere lungo l’acqua, percorsi a piedi tra le montagne e collegamenti con le opere di Beatrix Potter, il Lake District è un luogo perfetto per rilassarsi per qualche giorno. È raggiungibile in treno, ma è meglio esplorarlo in auto.

backpacking UK - lake district

Lake District 📷: @adventuresofsophh

Parco nazionale di Loch Lomond e Trossachs, Scozia: Con le sue splendide pinete e le sue città storiche, preparatevi a scoprire il familiare e l’ignoto. Assicuratevi di fare una gita nella città di Killin, dove potrete immergervi nelle cascate di Dochart. Un avvertimento: l’acqua è assolutamente gelida, anche in estate, quindi preparatevi a dire addio a ogni sensazione e a dare il benvenuto al torpore totale.

Peak District, Inghilterra: Vicino a Manchester, il Peak District è facilmente accessibile. Le ripide valli calcaree e i crinali di pietra arenaria contrastano con i prati verdi e le brughiere. Per godersi i sentieri più remoti, è consigliabile l’auto.

Snowdonia, Parco Nazionale, Galles: Snowdonia ha tutto: paesaggi invitanti, vicinanza al mare e, naturalmente, il Monte Snowdon, la montagna più alta del Galles. Che siate pronti a sfidare la scalata o che preferiate rimanere a terra, Snowdonia soddisfa tutti i gusti. Da non perdere anche le cittadine gallesi che circondano il Parco Nazionale: Betws-y-Coed, Caernarfon e Llanberis sono le più belle da visitare.

I migliori festival del Regno Unito

Festival musicali

Se c’è una cosa che il Regno Unito sa fare meglio, sono i festival musicali. Quando arriva il primo raggio di sole estivo, i glitter diventano indispensabili e i negozi di beneficenza vengono saccheggiati per creare gli outfit più eccentrici.

Glastonbury, Inghilterra: L’originale, il più grande e il migliore. La situazione dei biglietti è complicata, con la registrazione obbligatoria per tentare di accaparrarsene uno. Glastonbury è praticamente una città a sé stante e ospita grandi nomi come Beyoncé, Radiohead e Ed Sheeran su centinaia di palchi. Inoltre, ospita tende per l’artigianato, spettacoli circensi e un’incredibile varietà di venditori di cibo. Glastonbury si svolge a giugno per cinque giorni.

Bestival, Inghilterra: Un epico festival musicale e artistico di tre giorni che si svolge a luglio nella città costiera del Dorset. Ci si aspetta di ascoltare di tutto, dal pop all’indie, dalla trance al grime. Durante il giorno ci sono molte attività strane e meravigliose a cui partecipare, dalle lezioni di spinning allo yoga aereo.

Electric Picnic, Irlanda: Non è solo un festival elettronico, come suggerisce il nome, ma piuttosto un festival con una line-up eclettica che attinge da tutti i generi. Tra i precedenti headliner figurano Kendrick Lamar, Sigur Ros e Arctic Monkeys. Solo qui ci sono buone vibrazioni!

Festival di Reading e Leeds, Inghilterra: È il festival preferito dai diplomati e dai nuovi studenti. Se non avete voglia di campeggiare, scegliete un giorno o due e prendete i biglietti singoli. È un festival di grandi nomi, glitter, glam e divertimento.

Parklife, Inghilterra: Un festival di musica indipendente che si tiene a Manchester ogni giugno. La programmazione tende a variare dall’indie e dall’hip-hop alla dance e all’elettronica, con headliner come Lorde, Frank Ocean e gli XX. A differenza degli altri festival citati, Parklife non offre la possibilità di campeggiare, quindi è necessario un alloggio alternativo.

backpacking UK - Glastonbury festival

Festival di Glastonbury

I migliori festival culturali

Hogmanay Festival, Edimburgo: L’Hogmanay Festival è una delle principali celebrazioni del Capodanno al mondo, che si svolge nella capitale scozzese. I festeggiamenti durano tre giorni a partire dal 30 dicembre. La maggior parte degli scozzesi celebra l’Hogmanay con pasti, musica, balli e, naturalmente, un bel po’ di alcol. Il principale evento di Hogmanay a Edimburgo prevede un’enorme fiaccolata, feste di strada, concerti e un impressionante spettacolo pirotecnico. I prezzi dei biglietti variano a seconda delle attività e degli eventi scelti, ma in genere si aggirano intorno alle 150-200 sterline per l’alloggio in ostello e un biglietto di tre giorni.

Fringe Festival, Edimburgo: Edimburgo sa come fare i festival e il Fringe è il più grande del mondo nel suo genere. Per tre settimane in agosto, strade, pub, teatri e persino chiese si trasformano in palcoscenici di ogni tipo. Gli spettacoli spaziano dal cabaret al teatro musicale, dalla stand-up comedy agli sketch improvvisati. Non è necessario acquistare i biglietti in anticipo: infatti, se vi recate al tendone a metà prezzo, potrete ottenere biglietti last minute a un prezzo stracciato. Tutti gli spettacoli di strada sono gratuiti (anche se si consiglia di lasciare una mancia) e molti degli artisti locali offrono i loro spettacoli in base al principio “paga quello che vuoi”.

backpacking UK - Edinburgh hostels

Edimburgo 📷: @adventuresofsophh

Carnevale di Notting Hill, Londra: dal 1966, il Carnevale di Notting Hill segna il calendario della maggior parte dei londinesi. Balli, musica e maschere riempiono senza soluzione di continuità le strade con un tocco di colore e migliaia di persone felici e libere. Il carnevale è una celebrazione delle comunità caraibiche londinesi e la maggior parte degli spettacoli e del cibo deriva dalle loro tradizioni. Il carnevale si svolge sempre nel fine settimana festivo di agosto e non prevede alcun ingresso gratuito: basta presentarsi e lasciarsi andare al divertimento.

Cibo del Regno Unito

Il cibo varia in ogni zona del Regno Unito e anche le singole città hanno le loro tradizioni. Soprattutto nelle città c’è un’enorme influenza di altre culture, il che significa che è disponibile un’ampia gamma di cucine.

Cibi tradizionali nel Regno Unito

Black pudding; Inghilterra e Scozia: Questo piatto salato a base di sangue e grasso di maiale non piacerà di certo ai vegetariani, ma è estremamente popolare tra i locali e i viaggiatori. Il black pudding si può trovare ovunque nel Regno Unito, ma la sua vera origine è un argomento spinoso tra inglesi e scozzesi. Il black pudding viene solitamente consumato con una colazione tradizionale cotta.

Arrosto della domenica; Inghilterra: Gli inglesi amano l’arrosto domenicale e lo stesso vale per tutti coloro che vengono a trovarli! Preparatevi a una pancia molto piena: una cena tradizionale della domenica contiene carne arrosto, patate arrosto croccanti, un misto di verdure, Yorkshire pudding (budino di pastella al forno), ripieno di salsiccia e sugo denso.

Welshcake; Galles: Il Welshcake ha l’aspetto di una focaccia alla frutta schiacciata. Sebbene abbia ingredienti simili, il processo di cottura è completamente diverso: il Welshcake viene cotto su una piastra. Si può mangiare sia caldo che freddo, con un po’ di zucchero a velo e una leggera spalmata di burro e marmellata, se si vuole.

Tè alla crema; Inghilterra: Siete davvero andati in Inghilterra se non avete preso il tè del pomeriggio o non avete discusso sulla pronuncia della parola scone? Questo è uno dei piatti inglesi più gustosi e dovete mangiare la vostra focaccia con panna e marmellata. È da morire.

backpacking UK - cream tea

Haggis; Scozia: Il piatto nazionale scozzese è fatto con cuore, fegato e polmoni di pecora tritati, farina d’avena, cipolla, sugna e spezie. Non è sicuramente un piatto vegetariano o vegano, ma è assolutamente da provare per tutti gli amanti della carne.

Pane di Laver; Galles: Il Laverbread non è un vero e proprio pane. Si tratta infatti di un’alga commestibile ridotta in purea, in qualche modo simile al caviale, con un contenuto di vitamine e minerali tale da essere considerata un superfood. Il Laverbread può essere gustato con pane tostato o frutti di mare, ma è tradizionalmente servito come colazione sostanziosa per i minatori gallesi.

Pane di soda; Irlanda del Nord: Il lievito viene sostituito dal bicarbonato di sodio per creare il soda bread, un alimento base che si accompagna alla maggior parte dei piatti irlandesi. Si può mangiare con una fetta di burro o di marmellata, oppure servirlo con stufati, zuppe e piatti per la colazione.

Fish and Chips; Inghilterra: Meglio se appena pescato in riva al mare, ma anche lontano dalla costa o in una giornata di pioggia, gli inglesi amano il loro Fish and Chips. È comune che le patatine siano inzuppate di aceto o che si ordinino i piselli misti come contorno – persino il sugo o la salsa al curry nel nord dell’Inghilterra!

Welsh rarebit; Galles: Non preoccupatevi, non dovrete mangiare alcun coniglio in Galles, non in questo piatto. In parole povere, il rarebit è un formaggio grigliato su pane tostato, reso speciale dalla sua particolare salsa al formaggio condita con birra, senape, paprika o salsa Worcestershire. Qui non c’è il classico formaggio su pane tostato!

Dove mangiare

I pasti abbondanti nei pub sono onnipresenti in tutto il Regno Unito ed è meglio sostenere i locali indipendenti e recarsi nel locale più accogliente che si possa trovare. Pensate all’arrosto della domenica, al fish and chips o al pie and mash: gli inglesi sono sicuramente attenti alla salute..

La cultura del caffè nel Regno Unito è molto diffusa, soprattutto nelle grandi città dell’Inghilterra e della Scozia. I caffè sono un ottimo modo per mangiare fuori senza pesare troppo sul budget. Tra i miei preferiti durante il viaggio ci sono Paper Cup Café (Glasgow), Honey & Co. (Londra), Established Coffee (Belfast) e Bakers & Co. (Bristol).

backpacking UK - paper cup glasgow

Paper Cup Cafe, Glasgow 📷: @adventuresofsophh

Acquistare cibo al supermercato e cucinare in ostello è un ottimo modo per risparmiare qualche soldo. I migliori acquisti economici si trovano da Aldi e Lidl. Altrimenti, Tesco, Sainsbury’s e Morrisons offrono tutti offerte di pasti in cui è possibile acquistare un panino, una bevanda e uno snack da consumare in viaggio per circa 3 sterline.

Trasporti nel Regno Unito

Nel Regno Unito è molto facile viaggiare da un Paese all’altro. Grazie a una vasta rete di ferrovie e pullman e alle compagnie aeree economiche, non dovreste avere problemi a spostarvi. Quindi, sia che dobbiate fare un viaggio veloce o avventurarvi più lontano, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Autobus: Ogni città ha i propri servizi di autobus, ma per viaggiare a livello nazionale Megabus e National Express sono le opzioni più affidabili e confortevoli. Se prenotate in anticipo, potete viaggiare a un prezzo di 5 sterline a tratta. Entrambi offrono servizi per centinaia di destinazioni nel Regno Unito, oltre che per aeroporti e destinazioni internazionali come Bruxelles, Parigi e Amsterdam.

Treni: Tutte le principali compagnie ferroviarie del Regno Unito fanno capo alla rete National Rail, che consente di spostarsi facilmente tra città e paesi. Prendere il treno è il modo più veloce per viaggiare, ma se non si prenotano i biglietti in anticipo può essere notoriamente costoso.

Aereo: Una delle cose più convenienti del viaggiare in Europa è il numero di compagnie aeree economiche disponibili. Il Regno Unito è servito da Ryanair, EasyJet e Flybe, che offrono tutte rotte economiche in tutto il continente.

Il Regno Unito ha così tante gemme da scoprire e, a prescindere dal tempo che trascorrerete su queste isole, vi lascerà la voglia di fare di più: un’altra montagna da scalare in Scozia, altri dieci selfie da scattare con una cabina telefonica rossa a Londra, un’altra pinta di Guinness da bere in Irlanda del Nord o un altro castello da esplorare in Galles.

Informazioni sull’autore:

Sophie Spencer è una blogger di viaggio australiana che vive per l’avventura e che si diverte a uscire da quella fastidiosa zona di comfort. Ha creato Adventures of Soph per ispirare i viaggiatori a vivere la loro vita più audace, piena di coraggio, cambiamenti e un sacco di colori. Ma oltre alle cose belle, condivide anche le brutte realtà del viaggio, parlando apertamente della salute mentale, delle sue disavventure di viaggio e dei momenti più difficili sia in viaggio che fuori.

Get the App. QRGet the App.
Get the App. QR  Get the App.
Scorri verso l'alto